USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Le donne motocicliste diventano il bersaglio delle assicurazioni

Le donne motocicliste diventano il bersaglio delle assicurazioni - Foto  di

Tanti i rincari da parte delle assicurazioni sopratutto per le donne “centauro” del sud Italia: tra le città più colpite Campobasso e Potenza.

Rincari e tariffe esose caratterizzano il triste scenario italiano in merito alle assicurazioni auto e moto: per quanto riguarda le automobili qualche cambiamento è in fase di attuazione, mentre i motociclisti devono sopportare ancora il peso delle tariffe assicurative che gravano sulle spalle. Ma con una distinzione: le donne sono più colpite rispetto ai colleghi centauri di sesso maschile. A lasciare a bocca aperta è la variazione nettamente percepibile tra i due sessi: i maschi che guidano un due ruote registrano un rincaro sulle tariffe assicurative del 5,3%, mentre le donne dell’11,8%.

Rincari sulle tariffe: bersagliate le città del sud Italia e le donne
Continuano a salire inesorabilmente i costi delle tariffe assicurative: un aumento progressivo che coinvolge non solo gli automobilisti ma anche gli amanti delle due ruote che talvolta, non riuscendo a sostenere la spesa prevista, devono vendere il loro bolide.
Da un’indagine condotta dall’IVASS (l’Istituto di Vigilanza sulle Assicurazioni), risulta che l’incremento percentuale registrato sulle assicurazioni è pari al 12,9% per gli uomini e dell’11,7% per le donne che possiedono ciclomotori con cilindrata di 200cc.

A pagarla non sono però solo le donne ma anche i cittadini del sud Italia: a registrare i maggiori incrementi sono le città di Campobasso (+18,1%) e Potenza (+17,8%) per le donne con ciclomotore assicurato in classe B/M d’ingresso, mentre Napoli (+18,4%) e Palermo (+15%) primeggiano per aumento dei costi sulle moto di 200 cc.

Articoli più letti
RUOTE IN RETE