USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Le due giornate di test ufficiali Superbike a Phillip Island

la sessione si è chiusa oggi con il miglior tempo del pilota Suzuki Voltcom Crescent. L’ex campione supersport ha saputo sfruttare la gomma morbida e ha fermato il cronometro sul 1’30.859. Al secondo posto l’inglese Jonathan Rea che ha concluso a soli 21 millesimi dalla Suzuki di Alex Lowes

la sessione di test Superbike si è chiusa oggi con il miglior tempo del pilota Suzuki Voltcom Crescent. L’ex campione supersport ha saputo sfruttare la gomma morbida e ha fermato il cronometro sul 1’30.859. Al secondo posto l’inglese Jonathan Rea che ha concluso a soli 21 millesimi dalla Suzuki di Alex Lowes.


Terzo posto per il sempre più sorprendente Jordi Torres
 che ha dimostrato il grosso potenziale della sua Aprilia del Team Red Devils. Tom Sykes (Kawasaki Racing Team) ha chiuso quarto (1’31.075 e 55 giri per lui) anche se è stato protagonista di una scivolata nel corso del turno del pomeriggio, fortunatamente senza conseguenze.

Oltre Tom Sykes sono scivolati parecchi piloti come Leandro Mercado (Barni Racing Team Ducati), Sylvain Barrier (BMW Motorrad Italia) e Sylvain Guintoli (Pata Honda World Superbike) fortunatamente tutti senza conseguenze gravi anche se le condizioni di Mercado verranno appurate nuovamente giovedì mattina (sospetta frattura del quinto metacarpo sinistro).

Il francese della Suzuki, Randy de Puniet (Voltcom Crescent Suzuki) è tornato in pista nonostante la caduta di ieri nella  prima sessione di prove. Il francese è montato in sella alla sua GSX-R per avere un’idea più chiara delle sue condizioni, non riuscendo però a portare avanti il lavoro di test.

I  primi nove classificati racchiusi in poco meno di un secondo. Leon Haslam (Aprilia Racing Team – Red Devils) ha chiuso al quinto posto, davanti a Chaz Davies (Ducati Superbike Team), David Salom (Team Pedercini Kawasaki), Nico Terol (Althea Racing Team) e Michael van der Mark (Pata Honda World Superbike). Ottimo undicesimo tempo per il nostro italiano Niccolò Canepa, a un secondo e due dal miglior tempo.

Purtroppo dobbiamo con rammarico comunicare lo stop del nostro Davide Giugliano.  Salterà suo malgrado la gara di apertura a Phillip Island a causa di un high-side nel corso della seconda sessione di prove di lunedì che gli ha causato una piccola frattura di due vertebre lombari (L1 e L2).


Supersport:  dominio assoluto del reparto corse MV Agusta che piazza nei primi due posti 
Jules Cluzel e il bresciano Lorenzo Zanetti. Il Francese è sceso sotto il muro del 1’33 chiudendo i test con un ottimo tempo di 1’32.967. Terzo posto per il pluri-iridato del Mondiale Supersport Kenan Sofuoglu (Kawasaki Puccetti Racing) che precede il campione in carica della STK600 Marco Faccani.

Gianluca Cuttitta

Articoli più letti
RUOTE IN RETE