USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Le moto del Concorso di Eleganza Villa d’Este 2012

Il Concorso di Motociclette al Concorso d’Eleganza Villa d’Este 2012 dal 25 al 27 maggio. 30 motocicli d’epoca si presenteranno sul Lago di Como in cinque diverse categorie, davanti a una giuria internazionale

Seconda edizione per il Concorso Motociclette al Concorso d’Eleganza Villa d’Este
Al Concorso Motociclette al Concorso d’Eleganza Villa d’Este, dopo aver debuttato con successo lo scorso anno, il Concorso e Mostra di Motociclette è giunto alla sua seconda edizione.
Nel 2011, per la prima volta il famoso appuntamento sulle sponde del lago di Como ha incluso nel proprio programma anche le motociclette. Il Concorso d’Eleganza Villa d’Este è nato nel 1929 e riunisce tradizionalmente le automobili più belle e famose, scegliendo contemporaneamente il vincitore dell’anno. Il Concorso di Motociclette è ispirato a principi simili. Dalle collezioni di tutta Europa sono state scelte 35 motociclette le quali rappresentavano le differenti epoche di sviluppo tecnico ed evoluzione stilistica. Le motociclette selezionate includevano sia modelli meno conosciuti sia famose motociclette da corsa e versioni che avevano marcato dei primati.
Le motociclette sono state presentate sullo sfondo spettacolare del Parco di Villa Erba, attirando l’interesse degli ospiti dell’evento automobilistico e del pubblico. Prima di proclamare il modello vincitore, la giuria internazionale ha sottoposto ogni motocicletta a un severo esame. Come ha osservato giustamente un collezionista, già il fatto di essere state selezionate a partecipare al Concorso di Motociclette faceva di tutte le motociclette esposte delle vincitrici.

Non solo esposizione a Villa d’Este ma anche una sfilata di moto a Cernobbio
Ed aveva veramente ragione! La prossima edizione del Concorso di Motociclette offrirà agli appassionati del motociclismo un evento del tutto particolare. Anche al prossimo appuntamento al centro dell’attenzione vi sarà la presentazione delle motociclette qualificatesi per il Concorso di Motociclette. Le persone private e i collezionisti vengono invitati a presentare le loro motociclette alla selezione. Questa non avverrà semplicemente attraverso un’esposizione statica.
Infatti, nel 2012 l’inaugurazione dell’evento verrà celebrata dai partecipanti attraverso una sfilata sulla strada in un corteo da Tremezzo a Cernobbio, accompagnate da una scorta della polizia. Successivamente, nell’area di Villa Erba avrà luogo la prima valutazione della giuria internazionale.

Cinque classi di motociclette al Concorso d’Eleganza Villa d’Este 2012
Suddivisi in cinque classi, al Concorso di Motociclette parteciperanno complessivamente 30 veicoli di marchi illustri.

Classe A: Roaring TwentiesI Ruggenti anni ’20
Dopo la Prima Guerra Mondiale l’entusiasmo per le due ruote a motore sembrava non conoscere limiti: la domanda di motocicli in Europa crebbe a passi da gigante. Marchi affermati e numerosi nuovi produttori proponevano soluzioni sempre più innovative ed emozionanti.
Moto Guzzi Normale 498 cm3 1 cil. Anno: 1921 Museo Moto Guzzi Mandello I
Mars A 20 1000 cm3 2 cil. Anno: 1920 Walter Dreher D
Zenith Bradshaw 494 cm3 2 cil. Anno: 1923 Stefan Friedl A
Koehler-Escoffier Tourisme 491 cm3 2 cil. Anno: 1925 Michael Paula A
Condor Super-Sport TT 741 cm3 2 cil. Anno: 1927 Reinhard Baettig CH
Opel Motoclub T 496 cm3 1 cil. Anno: 1928 Karl-Helmut Larkamp D

Classe B: Stylish Thirties
Dopo la crisi economica mondiale e gli sconvolgimenti politici, per i produttori la situazione migliorò lentamente, soprattutto nei paesi altamente industrializzati. In questa fase, i nuovi modelli di moto portavano anche la firma di designer industriali. Influenze dell’architettura contemporanea e dell’arte così come suggestioni provenienti dal mondo del design della carrozzeria delle automobili caratterizzavano il look dei motocicli degli anni ‘30.
Gli eleganti anni ’30
Zündapp K 800 797 cm3 4 cil. Anno: 1934 Giulio Caimi I
Motosacoche Grand Luxe 720 847 cm3 2 cil. Anno: 1935 Ulrich Schmid CH
Bianchi Freccia Azzurra W500 Sidecar 496 cm3 1 cil. Anno: Marco Peduzzi I
Mercury 596 cm3 2 cil. Anno: 1937 Motor Sport Museum Hockenheimring D
Taurus Sport 248 cm3 1 cil. Anno: 1938 Alessandro Natali I
Brough Superior SS 100 986 cm3 2 cil. Anno: 1939 Stefan Friedl A

Classe C: Swinging FiftiesI ritmanti anni ’50
Le case motociclistiche dovettero rispondere sul piano del design alla nuova concorrenza dei ciclomotori e degli scooter, adattando inoltre le proprie moto ai mutati gusti degli acquirenti. Le innovazioni tecniche e persino la costosa progettazione di nuovi motori sembrarono passare in secondo piano: ora più che mai, anche nel mondo dei motocicli si scoprirono le “forme” della carrozzeria. L’ispirazione veniva, ancora una volta, dal design automobilistico, in particolare dalle automobili americane, contraddistinte dalla lunga silhouette.
Vespa 98 98 cm3 1 cil. Anno: 1946 Museo Piaggio Pontedera I
BMW R 10 198 cm3 1 cil. Anno: 1955 BMW Museum München D
Hoffmann S 300 cm3 298 2 cil. Anno: 1954 Karl-Heinz Rehkopf D
Maico Taifun 400 394 cm3 2 cil. Anno: 1955 Karl-Heinz Rehkopf D
Zündapp Citation 500 452 cm3 2 cil. Anno: 1957 Karl-Helmut Larkamp D
Wooler 500 cm3 4 cil. Anno: 1956 Motor Sport Museum Hockenheimring D

Classe D: Start into the FutureL’inizio del Futuro
Negli anni ’60, il significato della moto cambiò radicalmente. Sostituita dall’automobile nella mobilità quotidiana, venne riscoperta come secondo veicolo per una fruizione ricreativa e del tempo libero. In particolare, l’industria giapponese incentrata sull’esportazione negli Stati Uniti impose nuove tendenze sia nello sviluppo tecnico che nella gamma di modelli.
Maserati 50/T2/SS 49 cm3 1 cil. Anno: 1960 Registro Storico Moto Maserati I
Marusho Lilac R 92 494 cm3 2 cil. Anno: 1964 Michael Paula A
MV Agusta 600 592 cm3 4 cil. 1966 Paola Bigatti I
BSA Rocket 3 741 cm3 3 cil. Anno: 1968 Heribert Corn A
Ducati 750 GT 748 cm3 2 cil. Anno: 1971 Heinz Tschinkel D
Norton Rotary 588 cm3 2 cil. Scheiben-Wankel Anno: 1979 Motor Sport Museum Hockenheimring D

Classe E: Racing through the Decades In gara attraverso i decenni
Già all’inizio del 20° secolo il successo nelle gare delle manifestazioni motoristiche divenne un fattore decisivo per la pubblicità e la commercializzazione dei motocicli. Dall’inizio del 20° secolo, modelli dal design eccezionale con motori sempre più potenti comparirono sui circuiti di tutto il mondo.
Motosacoche 403 Supersport 495 cm3 2 cil. Anno: 1921 Ulrich Schmid CH
Harley-Davidson 8V 988 cm3 2 cil. Anno: 1922 Benito Battilani I
Gilera 500 Rondine 499 cm3 4 cil. Anno: 1939 Museo Piaggio Pontedera I
BMW 500 Kompressor 492 cm3 2 cil. Anno: 1939 BMW Museum München D
Yamaha TD1 247 cm3 2 cil. Anno: 1962 Motor Sport Museum Hockenheimring D
AMF Harley-Davidson 350 RA 347 cm3 2 Anno: 1975 Alessandro Altinier I

Studi di Design e Prototipi al Concorso Motociclette
Non ci sono solo moto d’epoca al Concorso Motocicletta 2012 a Villa d’Este. Infatti sono ammesse anche studi di design, prototipi ed alcune modelli in produzione. Di seguito la lista completa:
Nembo Super 32 1814 Cm3 3 cil. Anno: 2010 Daniele Sabatini I
Hillclimber Studie 992 Cm3 2 cil. Anno: 2012 Alain Wicki CH
Husqvarna MOAB 652 Cm3  1 cil. Anno: 2011 Husqvarna Motorcycles s.r.l. I
MV Agusta F3 675 Cm3 3 cil. Anno: 2011 MV Agusta Motors S.p.A. I
Ducati 1199 Panigale 1198 Cm3 2 cil. Anno: 2011 Ducati Motor Holding S.p.A. I
BMW Concept 6 1645 Cm3 6 cil. Anno: 2009 BMW Motorrad D

La giuria del Concorso Motociclette 2012
Anche quest’anno, la giuria del Concorso di Motociclette 2012 sarà composta da quattro illustri esperti: Carlo Perelli, Milano, è considerato il decano della stampa motociclistica italiana. Iniziò la sua carriera di giornalista, fotografo e collaudatore negli anni Cinquanta presso la più antica rivista di settore, “Motociclismo”.
Hugo Wilson, Inghilterra, come giornalista inizialmente si occupò solo di moto moderne e si avvicinò alla storia del motociclismo solamente come autore di libri. Da molti anni è capo redattore di Classic Bike, la rivista di moto d’epoca più antica e più letta al mondo.
Paul d`Orleans, San Francisco, era originariamente un interior designer, prima di trasformare il proprio hobby in una professione e occuparsi di moto d’epoca come pubblicista per vari media.
Raffaele Zaccagnini è il direttore del Centrostile di Husqvarna Motorcycles. Da più di dieci anni il suo tocco di designer conferisce alle moto sportive il loro look inconfondibile.

Sponsor

SEAT Arona
SEAT Arona
OFFERTA Dopo un mese, puoi restituirla quando vuoi. Senza impegno.

Sponsor

Nuova SEAT Ateca
Nuova SEAT Ateca
OFFERTA Tua da 19.900€.

Sponsor

SEAT Ibiza a metano
SEAT Ibiza a metano
OFFERTA Tua da 139€ al mese, TAN 4,99% - TAEG 6,50%.

Sponsor

SEAT Tarraco
SEAT Tarraco
OFFERTA Tua da 299€ al mese, TAN 3,99% - TAEG 4,81%.

Sponsor

SEAT Ibiza a metano
SEAT Ibiza a metano
OFFERTA Tua da 139€ al mese, TAN 4,99% - TAEG 6,50%.

Sponsor

Nuova SEAT Leon
Nuova SEAT Leon
OFFERTA Sportiva. Ibrida. Connessa. Tua da 19.500€.
Articoli più letti
RUOTE IN RETE