USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Mercedes interessata a Ducati per una futura collaborazione?

La suggestiva collaborazione tra le due prestigiose case sarebbe l'ennesimo rumor di un'azienda automobilistica nel business a due ruote

La collaborazione tra Ducati e Mercedes non sarebbe una novità nel panorama mondiale auto e motociclistico.
Noi avevamo anche lanciato la notizia di una due ruote per la casa di Stoccarda con l’acronimo AFD, ma stava per April Fool’s Day, cioè pesce d’aprile. Però a questo punto l’adagio “mai dire mai” è quanto mai d’obbligo, visto che una appena ipotizzata collaborazione tra Volkswagen e Suzuki si è concretizzata con un accordo nippo-tedesco e noi ne avevamo parlato ancora a inizio anno con tanto di sketch ed immagini su prossime moto Volkswagen/Suzuki (in un progetto che vedrebbe coinvolta anche l’Audi) ed addirittura la stessa Mercedes.
Il gruppo di Wolfsburg non è nemmeno nuovo in questo settore avendo collaborato con la KTM nel progetto X-Bow.

Il sito Motori24 de Il Sole 24 Ore vocifera di una suggestiva collaborazione tra Ducati e Mercedes Benz sciorinando dettagli storici, tecnici e stilistici.
Dopo i rumors di mercato che danno Valentino Rossi in sella alla Desmosedici di Borgo Panigale nel 2011 e nel 2012 per 15 milioni di euro, eccone un’altra sull’azienda bolognese.
Secondo Motori24 tutto nascerebbe dalla passione desmodromica di Ferdinand Piëch, gran capo di Volkswagen, che dopo l’acquisizione dell’atelier Giugiaro, starebbe puntado proprio alla Ducati per creare un gruppo mondiale delal mobilità e per lenire l’invidia per i successi della BMW.
Questa mossa ha scatenato la Mercedes che ha risposto subito, mettendo nel suo mirino con la stella a tre punte proprio la casa bolognese.
La prima dimostrazione della collaborazione, pur a livello di co-marketing, si è vista al World Ducati Week dove la casa di Stoccarda ha presentato la SLK Naked.
Certo al di la delle analogie tecniche tra le due aziende non c’è altro in comune se non il prestigio dei duei rispettivi marchi.

Però Mercedes ha l’esigenza di sottrarla dalle mani di una diretta rivale per di più connazionale, inoltre per ritenersi davvero una grande case automobilistica a livello mondiale, bisogna anche controllare un marchio motociclistico, come per esempio Toyota con Yamaha che ha sviluppato il motore V10 della LFA.
Così intende fare anche Mercedes, dando ennesima dimostrazione dell’interesse per le due ruote delle case tedesche.

Bisogna però vedere anche quale sarà la reazione nella frazione di Bologna. Infatti Ducati ha una sponsorizzazione sportiva con Alfa Romeo molto attiva nelle Superbike, e sempre con il Gruppo Fiat, attraverso la Ferrari, ha delle forti sinergie con aziende quali Bridgestone, Shell, Marlboro e Brembo e altri sponsor comuni dei rispettivi reparti corsa.

Non si deve tralasciare poi il fatto che se sarà Valentino Rossi il prossimo pilota Ducati in MotoGp, la Fiat, attuale main sponsor Yamaha col contratto in scadenza quest’anno, potrebbe seguirlo formando una unione tricolore ricca di fascino e orgoglio italico.

Se poi qualcuno sta pensando a strani intrecci tra Rossi sempre in rosso ma quello Ferrari e la Mercedes che in sella alla Ducati potrebbe far contento Michael Schumacher (e potrebbe esserlo solo che lui), libero di farlo.

Articoli più letti
RUOTE IN RETE