Michelin rinuncia al Motogp: Bridgestone unico for

Michelin rinuncia al Motogp: Bridgestone unico for - Foto  di

Michelin rinuncia all'asta lasciando Bridgestone come fornitore unico. Dopo 35 anni la Casa francese abbandona completamente il motomondiale.

L’avevamo preannunciato, la decisione era nell’aria ma non c’era ancora nessuna conferma da parte francese. Ora, con un comunicato dal tono polemico, la Michelin annuncia di non voler partecipare all’asta per aggiudicarsi la fornitura di gomme per il motomondiale 2009. Dopo i ritiri dalla Superbike nel 2003, dalla Formula 1 nel 2006 e dai Rally nel 2005 e dopo una crisi cominciata nel 2005 con prima l’addio della Ducati, poi la figuraccia di Indianapolis (le vetture di F1 ritirate al via) e nel 2007 (moto) con Kawasaki, Suzuki e Honda che voltano le spalle a Clermont-Ferrand, viene naturale pensare che sia una manovra per scongiurare rischi di recessioni e tracolli. Ma non è unicamente così. Le motivazioni del “Bibendum” sono anche di carattere tecnico. Non hanno mai approvato il monogomma nemmeno in Formula 1. Il rischio, secondo loro, è che con questa decisione i campionati risulteranno sì più competitivi, ma a discapito della innovazione e delle nuove tecnologie, che in altri settori invece abbondano. Dubbi e timori quindi, ci sono e non sono completamente infondati. Resta da vedere quali saranno le novità effettive che riscontreremo in pista. Per ora, si può soltanto pensare alla giapponese Bridgestone come unico fornitore, dato che per il momento nessun’altra casa ha comunque proposto un’offerta.

Tag:
ARTICOLI CORRELATI
RUOTE IN RETE