Moto Guzzi California 1400 Touring

A Eicma 2012 anteprima mondiale per la California 1400 Touring, classica espressione del marchio Moto Guzzi. Figura massiccia, comodità di viaggio e protezione per i passeggeri sono le caratteristiche della elegante custom tourer

VAI ALLO SPECIALE Eicma 2012

Moto Guzzi California 1400 Touring ed Eicma 2012
Arriva finalmente ed Eicma 2012 la Moto Guzzi California 1400 Touring. Versione elegante e turistica della rivoluzionaria Moto Guzzi California 1400, ha il compito di rilanciare il marchio di Mandello del Lario. Il design, pur se rivisto, ha netti richiami ai modelli precedenti, nel pieno rispetto della tradizione dell’Aquila. Le novità sono tutte nel motore e nelle dotazione tecnologica, presente per la prima volta su una custom. Oltre alla elegante versione turistica, per gli amanti del marchio di Mandello del Lario, a disposizione anche la versione più metropolitana, la Moto Guzzi California 1400 Custom.

Motore della Moto Guzzi California 1400 Touring
La Moto Guzzi California 1400 Touring monta il V Twin di maggior cilindrata mai prodotto in Europa, capace di erogare una straripante coppia motrice di 120 Nm a soli 2750 giri ed una potenza di 96 CV a 6500 giri.
Debutta tanto su una Guzzi quanto su una moto custom, la gestione elettronica del propulsore ride by wire multimappa con tre mappature per gestire il motore: Turismo, Veloce e Bagnato.
Il sistema permette al pilota di scegliersi l’erogazione  della coppia motrice e la gestione del freno motore più adeguate, in base allo stile di guida, al percorso o alle situazioni ambientali.
A complemento, funziona il controllo di trazione (MGCT), altra novità per il segmento custom. L’MGCT è settabile su tre livelli d’intervento per innalzare la sicurezza attiva senza pregiudicare prestazioni e piacere di guida.
La trasmissione finale rimane a cardano come da tradizione ma è stata riprogettata per trasferire, con la massima fluidità e confort, la poderosa coppia del propulsore, oltre ad vantare un aspetto estetico notevolmente più moderno e tecnologico. 
Nonostante l’aumento di cubatura, la Casa comunica che il big bore California 1400 Touring riduce i consumi del 15-20% secondo le condizioni d’uso, rispetto al motore “Quattrovalvole” da 1200 cc.

Design della nuova Moto Guzzi California 1400
I gruppi ottici catalizzano l’attenzione, sia all’anteriore che al posteriore.
Davanti troviamo un grande faro poligonale con luce diurna a led DRL mentre al posteriore le luci e le frecce sono integrate sul parafango posteriore, sagomato sopra un possente pneumatico da 20”.
Il serbatoio da 21 litri in metallo scolpito e l’interasse maggiore (+125 mm) snelliscono la vista laterale della nuova Moto Guzzi California 1400 Touring, contraddistinta anche dai silenziatori cromati che terminano in corrispondenza del parafango posteriore.
Dal punto di vista cromatico, i designer si sono basati sul gioco di contrasto tra il bianco ed il nero, conferendo alla moto un aspetto sofisticato ed elegante. Due le grafiche a dispozione: Eldorado, bianca con filetti ornamentali scuri sul serbatoio, ispirato alle versioni della California Highway Patrol oppure Ambassador, che esprime il classico nero con filetti bianchi simile alle versioni delle origini, tipo V7 e 850 California.
Di serie le valigie laterali da 35 litri, il kit paramotore e para-valigie.
Ma non mancano le possibilità di personalizzare la propria custom tourer, in base ai propri gusti ed alle proprie esigenze, grazie ad un folto catalogo di accessori.

Ciclistica della Moto Guzzi California 1400
La nuova California 1400 Moto Guzzi  introducendo il concetto di “Motore Elastico” introdotto per ottenere un nuovo standard in termini di confort di marcia.
L’innovazione consiste nel fissaggio del propulsore al telaio attraverso un esclusivo sistema di supporti elasto-cinematici composti da una biella frontale, due biellette laterali e una serie di tamponi di gomma che lasciano oscillare il motore filtrando tutte le vibrazioni impedendo che queste si trasmettano alla moto e nei suoi punti di contatto con  pilota e al passeggero.
Oltre a garantire un comfort di marcia da riferimento il telaio della nuova California ha il suo punto di forza nella resa dinamica, ottenuta cercando la massima rigidezza tra un sovradimensionato cannotto di sterzo e forcellone di grande sezione.
Il telaio è una doppia culla chiusa dalle quote tipicamente custom: angolo di sterzo di 32°, avancorsa di 155 mm ed interasse di ben 1685 mm. Quote che assicurano stabilità e precisione nei cambi di direzione e, grazie al bassissimo baricentro e alla centralità delle masse anche una manovrabilità sorprendente su una moto di queste dimensioni.  
L’altezza da sella è di appena 740 mm da terra, è sufficiente per non mettere in crisi il pilota maneggiando la California 1400 a velocità pendonale. Alla facilità di guida e maneggevolezza contribuiscono anche le ridotte vibrazioni, grazie anche ad una più pronta risposta del motore al gas.
Riviste completamente anche le sospensioni: all’anteriore è predisposta una forcella, con steli da 46 mm dalla generosa escursione di 120 mm. Tradizione la soluzione per il posteriore, con una coppia di ammortizzatori cromati e regolabili nel precarico molla.
I cerchi sono in lega d’alluminio. Quello anteriore misura 3,5” e monta un pneumatico da 13/70 da 18” mentre al posteriore, su un cerchio da 6” di sezione, è montato un grosso pneumatico da 200/60 da 16”.
Brembo si occupa di un reparto frenante composto da una coppia di dischi anteriori da 320 mm con quattro pistoncini contrapposti ed un disco singolo posteriore da 282 mm con una pinza flottante a due pistoncini paralleli. Per la prima volta su una Moto Guzzi California, l’ABS di ultima generazione.

TAGS:
ARTICOLI CORRELATI