Moto Guzzi Eldorado informazioni ufficiali

E’ la moderna e lussuosa interpretazione dell'indimenticabile 850 che fece la sua fortuna negli States alla fine degli anni '60; ad Eicma 2014 Moto Guzzi presenta la Eldorado

Ad Eicma 2014 Moto Guzzi presenta diverse novità tra queste anche la Moto Guzzi Eldorado, la moderna e lussuosa interpretazione dell’indimenticabile 850 che fece la sua fortuna negli States alla fine degli anni ’60.

Osservandola è evidente come questa Moto Guzzi abbia preservato la personalità della progenitrice traghettandola dal passato al futuro lungo la via dell’evoluzione tecnologica e della continuità stilistica. Un richiamo al passato si trova nei dettagli le ruote a raggi, il serbatoio con le guance cromate, la sella oversize, il parafango posteriore con il faro a gemma, il manubrio a corna di bue, il maniglione passeggero.

Ribassata nell’assetto grazie alle nuove ruote a raggi da sedici pollici che calzano pneumatici a fascia bianca (130/90 anteriore e 180/65 al posteriore) polarizza l’attenzione sui nuovi avvolgenti parafanghi. L’anteriore è particolarmente “pulito” nel disegno per valorizzare il possente l’avantreno mentre il posteriore, al contrario, è l’elemento più polarizzante dello stile di questa elegantissima Moto Guzzi. La sua forma morbida e generosa s’integra con i nuovi ammortizzatori full cover, il gruppo ottico posteriore a gemma e i classici indicatori di direzione arrotondati.

Posta a soli 724 mm dal suolo, la nuova sella, unita alle generose pedane floorboard e alla confortevole impugnatura del manubrio a corna di bue, è invito sedersi, premere il bottone dell’avviamento e lasciare che l’asfalto scorra sotto i piedi per almeno 300 chilometri, tanto è l’autonomia minima garantita dallo scultoreo serbatoio da 21 litri.

Possente è il motore bicilindrico a V di 90° filtrati dal fissaggio elasto-cinematico del big block, sapendo che, in caso di necessità o per puro appagamento personale, la trasmissione cardanica sarà pronta a scaricare a terra fino a 120 Nm a 2750 giri. Il motore è il riferimento assoluto della categoria nel rapporto cilindrata-prestazioni-consumi, grazie all’ottimo rendimento termodinamico unito all’evoluta gestione elettronica Ride-by-wire multimappa. Questa tecnologia permette, di poter scegliere fra tre mappature del motore: Turismo, Veloce e Pioggia.

ARTICOLI CORRELATI