USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Moto Guzzi V7 Cafè Sport

Una Moto Guzzi sportiva dal sapore vintage: abbiamo immaginato così la nostra V7 Cafè Sport, un sogno per gli amanti del genere!

Moto Guzzi è un tema piuttosto caldo. Una grande azienda, la cui storia è cresciuta parallelamente alla motorizzazione dell’Italia, consacrata dai risultati sportivi. La situazione attuale è quantomeno enimatica: Moto Guzzi sembra in grado di spiccare il volo con risultati e modelli all’altezza del blasone, ma manca sempre la “spinta” decisiva. Molti chiedono una rivoluzione tecnica, ma non siamo d’accordo con questa proposta. Tutte le grandi aziende in campo motociclistico hanno raggiundo i loro obiettivi puntando su una certa continuità tecnica e stilistica. Il che non significa fossilizzarsi, ne tantomeno trascurare la fisiologica evoluzione del mercato, bensì mantenere una identità di marchio facilmente riconoscibile e quindi vendibile.

Moto Guzzi ha un enorme potenziale, racchiuso nel suo muscoloso motore bicilindrico trasversale. Pensiamo al boxer BMW, al desmo Ducati, o ai quattro cilindri in linea giapponesi: particolari importanti per l’appassionato, anche come “vanto” da esibire nelle innumerevoli discussioni tra fanatici delle due ruote. Certo il “pompone” Guzzi andrebbe affinato, snellito in alcuni punti, ma deve rimanere punto di riferimento e biglietto da visita per ogni Aquila che si rispetti.

La nostra V7 Cafè Sport
Lo stand Moto Guzzi all’EICMA 2009 di Milano era impreziosito da tre prototipi accomunati (appunto) dal bicilindrico 1200 battezzato V12. La nostra proposta di oggi, nata dalla matita del “solito” Luca Bar, si basa invece sulla Moto Guzzi V7 e l’abbiamo nominata Cafè Sport. Segni particolari? Carenatura vintage, specchietti piazzati alle estremità del manubrio e doppio freno a disco Brembo anteriore. Pochi fronzoli, linee pulite e l’immancabile V2 a dominare la scena.

L’impianto frenante rimarca il carattere sportivo della nostra Moto Guzzi V7 Cafè Sport, ma non pensate ad una pronto-pista: la V7 CS punta sull’emozione piuttosto che sulla prestazione (ottimo slogan), sul piacere di guidare una moto con l’anima che pulsa e tuona ad ogni accelerata. Puntiamo tutto su maneggevolezza e sound, due capitolati su cui Moto Guzzi sa come lavorare.

Il futuro?

Spesso si dice che gli appassionati chiedono a gran voce modelli “particolari”, salvo poi non acquistarli. Noi invece una Moto Guzzi come questa V7 Cafè Sport ce la metteremmo volentieri in garage, e siamo certi di poter raccogliere altre adesioni… Cosa ne pensate?

Articoli più letti
RUOTE IN RETE