Moto Morini Granferro

Già nel nome evoca la semplicità senza fronzoli ma anche la scarsa propensione ai compromessi: la Moto Morini Granferro vuole divertire e basta! Confermati i tratti di qualità tipici della Casa

Moto Morini Granferro: snella e aggressiva, maneggevole e potente, Granferro è una fun-bike di stile italiano che promette prestazioni da sportiva; una moto dedicata a chi cerca il divertimento puro, senza compromessi, su due ruote o anche su una sola. L’esuberante bicilindrico Bialbero CorsaCorta da 1187 cc è qui in configurazione doppio scarico ed è in grado di erogare oltre 125 cv all’albero. La componentistica è di eccellenza: ruote da 17” con cerchi forgiati in lega leggera, freni con pinze monoblocco, forcella e mono ammortizzatore completamente regolabili, sovrastrutture in carbonio. Insomma, sin dal primo sguardo Granferro comunica personalità e prestazioni di assoluto livello.

La vista frontale è fortemente caratterizzata dal doppio gruppo ottico e dal piccolo cupolino posto a protezione del cruscotto che si allunga “a becco” accentuandone il profilo aggressivo; il parafango anteriore in fibra di carbonio accoglie la luce di posizione, soluzione tecnica che impreziosisce l’estetica della moto, conferendole personalità e riconoscibilità immediata.
Il serbatoio, di derivazione Granpasso, è molto ampio, in controtendenza rispetto alla filosofia “motard” che pretende capienze limitate; ma le linee spigolose disegnate dalle carrozzerie ne ridimensionano la percezione visiva e lo rendono assolutamente coerente con lo stile della moto. Peraltro i 27 litri di capienza garantiscono ampia autonomia e consentono un utilizzo più trasversale della moto, che si presta anche a spostamenti di medio e lungo raggio.

Granferro è equipaggiata con il motore bicilindrico Bialbero CorsaCorta da 1187 cc. che presenta un lay out molto compatto, fortemente caratterizzato dalla disposizione a V da 87° dei cilindri e dalla soluzione del carter integrale, con il motore stesso portante. Il propulsore disegnato da Franco Lambertini ha doti prestazionali ben note e in questa configurazione sviluppa 93 kW con 126.5 CV a 8500 giri/min, con una coppia elevata 112 Nm con 11,4 Kgm a 7000 giri/min e ben distribuita su tutto l’arco di erogazione.

Fulcro della ciclistica è il telaio a traliccio realizzato in tubi di acciaio altoresistenziale da Verlicchi su progetto Moto Morini. Le quote caratteristiche relative a passo, inclinazione di sterzo e avancorsa sono compatte. Il lavoro del telaio è coadiuvato da sospensioni di ottimo livello. All’anteriore lavora una possente Marzocchi Magnum con steli rovesciati da 50mm di diametro, stretta da piastre realizzate in fusione di lega leggera, regolabile in pre-carico, compressione ed estensione. Il posteriore è caratterizzato da un poderoso forcellone bibraccio di derivazione Granpasso, realizzato in idroformatura, tecnologia costruttiva che si basa sulla capacità deformante della forza idrica e che consente la produzione di manufatti senza saldature, con evidenti vantaggi in termini di peso e soprattutto di rigidezza strutturale. È coadiuvato da un monoammortizzatore laterale Ohlins completamente regolabile in lunghezza, pre-carico, compressione ed estensione.

Gli impianti Brembo con pompa radiale garantiscono decelerazioni potenti ed estremamente efficaci offrendo al pilota tutta la sensibilità necessaria per gestire al meglio questa difficile fase della guida. All’anteriore la coppia di dischi con diametro da 320 mm è lavorata da pinze monoblocco a 4 pistoncini. Al posteriore monodisco da 255 mm con pinza flottante a 2 pistoncini.

TAGS:
ARTICOLI CORRELATI