NUOVA
USATA

MotoGp 2009 Misano – Gara

Rossi fa il mea culpa dopo Indianapolis e vince senza problemi, seguito da Lorenzo e Pedrosa. Dovizioso quarto, mentre De Angelis cade portandosi dietro Edwards e un furente Hayden.

Gara. Weekend di splendido sole sulla costiera romagnola. Durante le prove libere e le qualifiche, oltre ai soliti Rossi e Lorenzo, sono andati molto bene anche i padroni di casa Dovizioso e De Angelis e il solito Colin Edwards, che fa fuoco e fiamme in qualifica e poi sembra assopirsi in gara.
Ma gli occhi sono, ovviamente tutti puntati sui due piloti della Yamaha, che si contendono il titolo. Valentino, per sottolineare l’errore di Indianapolis, scende in pista con un asinello disegnato sul casco, ironico mea culpa del Dottore che ha tutta l’intenzione di recuperare.
Ma le chiacchiere si spengono quando i motori si accendono, il semaforo è rosso e in breve si parte.
Subito partono davanti Pedrosa ed Elias, seguiti da Lorenzo e Rossi, ma subito un incidente che mette fuori gioco Hayden, De Angelis ed Edwards, mentre Elias tenta già di superare Pedrosa, ma senza riuscire e venendo, anzi, messo nel mirino da Lorenzo. Dovizioso segue le due Yamahaq che tentano di andare a riprendere i due spagnoli Honda che sono davanti, uno HRC e uno cliente.
Elias continua a provare il sorpasso in interno ed anche in esterno, mentre Lorenzo e Rossi gli si fanno più sotto, Lorenzo soprattutto, forte del fatto che ha il miglior crono in questo momento.
Pedrosa allunga, Elias tiene, Rossi si fa sotto a Lorenzo, Dovizioso recupera e in fondo si vede spuntare Capirossi, quando Rossi riesce a portare la sua M1 davanti a quella del compagno di squadra; Elias offre molta meno resistenza agli attacchi di Rossi che in poco lo passa e va a cercare Pedrosa, lasciando così Lorenzo tra il connazionale Elias davanti e Dovizioso che intanto rinviene da dietro.
Anche Lorenzo supera Elias e prosegue ad inseguire Rossi, lasciando la Honda del team Gresini a difendersi da quella HRC di Dovizioso che, infatti, dopo poche curve supera lo spagnolo e si porta in quarta posizione.
Rossi nel frattempo ha ritrovato gli scarichi di Pedrosa e comincia a saggiarne la tenuta.
Lorenzo è appostato come un falco, in attesa che Rossi faccia qualche minimo errore per infilarlo, mentre Pedrosa, che sente la pressione da dietro, strizza la manopola del gas per cercare di allungare, ma sul circuito di casa di Valentino non è sufficiente, come dimostra il fatto che settimo giro passa in testa alla gara.
Rossi riesce a guadagnare un piccolo margine su Pedrosa che a sua volta rallenta Lorenzo che sembra stia aspettando il momento buono per tornare a dare tutto il gas di cui dispone la sua moto.
Si prosegue così giro dopo giro, con Rossi che è riuscito a rosicchiare qualche centimetro sui due inseguitori, mentre dietro di loro c’è ormai il vuoto prima che si intraveda la carenatura arancio di Dovizioso, seguita da distanza da Loris Capirossi.
Al tredicesimo giro Lorenzo sembra accorgersi che Rossi se ne sta andando troppo e quindi ricomincia a spingere e supera Pedrosa che in una curva esce troppo largo lasciando la traiettoria libera a Lorenzo.
Il distacco tra le due Yamaha è quasi di un secondo e mezzo, ma Jorge Lorenzo strapazza la sua moto e riesce, curva dopo curva, a limare il tempo, cercando di raggiungere il Dottore, mentre Pedrosa è costretto a vedere anche la sagoma di Lorenzo allontanarsi davanti a sé.
Rossi sa cosa sta succedendo dietro di sé e non vuole certo lasciar vita facile al giovin Lorenzo, quindi apre il gas e segna il giro veloce in 1’34”746: due Yamaha si inseguono da vicino davanti, 2 Honda HRC seguono distanziate, questo il siparietto offerto fin qui, con il buon vecchio Loris Capirossi che sul circuito di casa non si fa certo insegnare niente da alcuno e comincia a tallonare stretto Dovizioso.
Rossi continua a girare in solitaria sulla pista di Misan con Lorenzo che non sembra averne abbastanza di più per riprendere il compagno di squadra. Capirossi insidia Dovizioso che tiene, ma sembra che la Suzuki non voglia pià stare dietro alla Honda e continua a punzecchiarla: il giovane tiene dietro “il vecchietto” che però sembra avere più energia e infatti dopo 3 giri di inseguimento Capirossi passa in quarta poszizione.
Rossi continua in solitaria, Lorenzo tiene e Pedrosa, rimasto 8 secondi abbondanti dietro a Rossi, fa quel che può per tornare coi primi, ma ormai a 2 giri dalla fine sa bene che la terza posizione sarà ottima.
Niente brividi sul finale, niente sorpassi azzardati e spalla a spalla tra Rossi e Lorenzo che sono ormai troppo distanziati, ma mentre Rossi passa sul traguardo l’ultimo brivido lo dà Dovizioso che non vuole perdere l’occasione di fare punti preziosi, neanche se a discapito della gloria romagnola Capirossi, quindi il Dovi spinge, stacca tardissimo, si mette dietro Capirossi giusto in tempo per sfilare sul traguardo e chiudere quarto.
Una gara che è sembrata quasi di routine per Rossi, che ha visto Lorenzo tentare di tutto e le Honda rimanere inermi davanti al predominio delle Yamaha.

1     25     46     Valentino ROSSI     ITA     Fiat Yamaha Team     Yamaha     44’32.882     159.371    
2     20     99     Jorge LORENZO     SPA     Fiat Yamaha Team     Yamaha     44’35.298     159.227     2.416
3     16     3     Dani PEDROSA     SPA     Repsol Honda Team     Honda     44’45.282     158.635     12.400
4     13     4     Andrea DOVIZIOSO     ITA     Repsol Honda Team     Honda     44’59.212     157.816     26.330
5     11     65     Loris CAPIROSSI     ITA     Rizla Suzuki MotoGP     Suzuki     44’59.421     157.804     26.539
6     10     24     Toni ELIAS     SPA     San Carlo Honda Gresini     Honda     45’01.168     157.702     28.286
7     9     36     Mika KALLIO     FIN     Ducati Marlboro Team     Ducati     45’03.066     157.591     30.184
8     8     33     Marco MELANDRI     ITA     Hayate Racing Team     Kawasaki     45’04.639     157.500     31.757
9     7     7     Chris VERMEULEN     AUS     Rizla Suzuki MotoGP     Suzuki     45’04.791     157.491     31.909
10     6     52     James TOSELAND     GBR     Monster Yamaha Tech 3     Yamaha     45’11.229     157.117     38.347
11     5     44     Aleix ESPARGARO     SPA     Pramac Racing     Ducati     45’19.555     156.636     46.673
12     4     14     Randy DE PUNIET     FRA     LCR Honda MotoGP     Honda     45’24.923     156.327     52.041
13     3     88     Niccolo CANEPA     ITA     Pramac Racing     Ducati     45’36.080     155.690     1’03.198
14     2     41     Gabor TALMACSI     HUN     Scot Racing Team MotoGP     Honda     45’55.229     154.608     1’22.347
Not finished 1st lap
        15     Alex DE ANGELIS     RSM     San Carlo Honda Gresini     Honda            
        5     Colin EDWARDS     USA     Monster Yamaha Tech 3     Yamaha            
        69     Nicky HAYDEN     USA     Ducati Marlboro Team     Ducati

                   
                   
                   
                   
                   
                   
                   
                   
                   
                   
                   
                   
                   
                   
 
                   
                   
             

Classifica Campionato

1     Valentino ROSSI     ITA     Fiat Yamaha Team     237
2     Jorge LORENZO     SPA     Fiat Yamaha Team     207
3     Dani PEDROSA     SPA     Repsol Honda Team     157
4     Casey STONER     AUS     Ducati Marlboro Team     150
5     Andrea DOVIZIOSO     ITA     Repsol Honda Team     133
6     Colin EDWARDS     USA     Monster Yamaha Tech 3     123
7     Loris CAPIROSSI     ITA     Rizla Suzuki MotoGP     97
8     Alex DE ANGELIS     RSM     San Carlo Honda Gresini     88
9     Randy DE PUNIET     FRA     LCR Honda MotoGP     88
10     Marco MELANDRI     ITA     Hayate Racing Team     87
11     Chris VERMEULEN     AUS     Rizla Suzuki MotoGP     84
12     Toni ELIAS     SPA     San Carlo Honda Gresini     80
13     James TOSELAND     GBR     Monster Yamaha Tech 3     78
14     Nicky HAYDEN     USA     Ducati Marlboro Team     73
15     Mika KALLIO     FIN     Ducati Marlboro Team     51
16     Niccolo CANEPA     ITA     Pramac Racing     35
17     Sete GIBERNAU     SPA     Grupo Francisco Hernando     12
18     Gabor TALMACSI     HUN     Scot Racing Team MotoGP     12
19     Yuki TAKAHASHI     JPN     Scot Racing Team MotoGP     9
20     Aleix ESPARGARO     SPA     Pramac Racing     8

TAGS:

info ADV

VOLVO XC40
VOLVO XC40

info ADV

NUOVA VOLVO XC60
NUOVA VOLVO XC60

info ADV

NUOVA VOLVO V60
NUOVA VOLVO V60

mobile ADV

VOLVO XC40
VOLVO XC40

mobile ADV

NUOVA VOLVO XC60
NUOVA VOLVO XC60

mobile ADV

NUOVA VOLVO V60
NUOVA VOLVO V60
ARTICOLI CORRELATI