MotoGP 2015: Valentino Rossi conquista la vittoria in Qatar in una gara al limite

Il nove volte campione del mondo ha stampato l'ennesima vittoria, dopo un duello d'altri tempi con Andrea Dovizioso. Rossi è partito ottavo, dopo un weekend di prove difficile, ma il feeling in gara era perfetto. La Ducati GP15 è seconda con Dovizioso e terza con Iannone. Marquez solo quinto, dopo aver rimontato dall'ultima posizione.

 

Valentino Rossi se ne esce da sessioni di prova impegnative, riuscendo a portare a casa solo l’ottava posizione nella griglia di partenza, dietro alla Yamaha Tech 3 di Bradley Smith. La luna è alta nel cielo e si parte con la gara del Qatar che, da tradizione, apre il mondiale MotoGP.

 

Andrea Dovizioso parte dalla pole seguito dalle due Honda HRC di Marquez e Pedrosa ed è una partenza caotica: il campione del mondo arriva lungo alla prima curva e le Ducati GP15 si trovano presto davanti. Rossi è decimo, ma si accorge di avere un passo formidabile e tenta il miracolo.

 

Un Valentino scatenato, che sembra tornato ai tempi in cui macinava una schiera di avversari partendo dall’ultima casella per arrivare fino alla vittoria. Intanto Marc Marquez continua la gara, determinato a conquistare più punti possibili per non intaccare il campionato.

 

A 14 giri dalla fine Valentino ha raggiunto il gruppo di testa, composto da Lorenzo, Iannone e Dovizioso. La Ducati GP15 infatti non è un’arma da giro lanciato ma un vero bolide che farà tremare le giapponesi, oltre ad essere l’unica moto della stagione 2015 a presentarsi del tutto nuova. Ci si avvicina alla fine della gara ed è Rossi tra le Rosse di Gigi dall’Igna, ma al nove volte campione del mondo non basta.

 

Comincia quindi una sfida accesissima con Andrea Dovizioso, di quelle che segui col cuore in gola, è lo spettacolo incredibile che inaugura il motomondiale. Il Desmodovi ne ha di più in rettilineo, ma Valentino è imbattibile nella seconda metà della pista. Con un vantaggio di +0.174 su Dovizioso è il dottore a spuntarla, complice la fortuna ed un talento unico al mondo.

 

Marquez guida oltre ogni limite, arrivando al traguardo in quinta posizione dopo una rimonta che ha dell’incredibile, ma è l’Italia in festa: Il podio con il triplo tricolore non si vedeva da ben 9 anni, quando c’erano Capirossi, Rossi e Biaggi a festeggiare la gara. Infatti Andrea Iannone ha dimostrato di non aver davvero nulla da invidiare ai “fantastici quattro”, anzi di essere pronto a mandarne in pensione almeno uno. Resta fuori dal podio Jorge Lorenzo, mentre Pedrosa è sesto seguito dalla prima open di Cal Crutchlow. Le Suzuki vanno a punti con Espargarò in undicesima posizione e Vinales 14°. Melandri è 21° davanti a Loris Baz, mentre l’altra Aprilia di Alvaro Bautista è stata messa fuori gioco da Marquez, che dopo una sportellata ha costretto il connazionale al ritiro. A fine gara arriva la telefonata del Premier Matteo Renzi che si congratula con Valentino per l’incredibile vittoria 

 

 

Classifica Completa:

Pos.

Points

Num.

Rider

Nation

Team

Bike

Km/h

Time/Gap

1

25

46

Valentino ROSSI

ITA

Movistar Yamaha MotoGP

Yamaha

166.7

42’35.717

2

20

4

Andrea DOVIZIOSO

ITA

Ducati Team

Ducati

166.7

+0.174

3

16

29

Andrea IANNONE

ITA

Ducati Team

Ducati

166.5

+2.250

4

13

99

Jorge LORENZO

SPA

Movistar Yamaha MotoGP

Yamaha

166.5

+2.707

5

11

93

Marc MARQUEZ

SPA

Repsol Honda Team

Honda

166.2

+7.036

6

10

26

Dani PEDROSA

SPA

Repsol Honda Team

Honda

166.0

+10.755

7

9

35

Cal CRUTCHLOW

GBR

CWM LCR Honda

Honda

165.9

+12.384

8

8

38

Bradley SMITH

GBR

Monster Yamaha Tech 3

Yamaha

165.8

+12.914

9

7

44

Pol ESPARGARO

SPA

Monster Yamaha Tech 3

Yamaha

165.8

+13.031

10

6

68

Yonny HERNANDEZ

COL

Pramac Racing

Ducati

165.5

+17.435

11

5

41

Aleix ESPARGARO

SPA

Team SUZUKI ECSTAR

Suzuki

165.4

+19.901

12

4

9

Danilo PETRUCCI

ITA

Pramac Racing

Ducati

165.1

+24.432

13

3

45

Scott REDDING

GBR

EG 0,0 Marc VDS

Honda

164.6

+32.032

14

2

25

Maverick VIÑALES

SPA

Team SUZUKI ECSTAR

Suzuki

164.5

+33.463

15

1

8

Hector BARBERA

SPA

Avintia Racing

Ducati

164.5

+33.625

16

6

Stefan BRADL

GER

Athinà Forward Racing

Yamaha Forward

164.5

+33.944

17

69

Nicky HAYDEN

USA

Aspar MotoGP Team

Honda

164.2

+38.970

18

50

Eugene LAVERTY

IRL

Aspar MotoGP Team

Honda

163.7

+46.570

19

63

Mike DI MEGLIO

FRA

Avintia Racing

Ducati

162.9

+59.211

20

15

Alex DE ANGELIS

RSM

Octo IodaRacing Team

ART

161.9

+1’14.981

21

33

Marco MELANDRI

ITA

Aprilia Racing Team Gresini

Aprilia

159.9

+1’48.143

22

76

Loris BAZ

FRA

Athinà Forward Racing

Yamaha Forward

141.2

3 Laps

 

ARTICOLI CORRELATI