USATA
cerca auto nuove
NUOVA

MXGP in Tailandia: vince Villopoto, vince Cairoli

Il mondiale di motocross ha avuto uno dei round più duri di sempre nel nuovo circuito artificiale in Tailandia. Nella prima manche Villopoto domina la gara tagliando il traguardo a 10 secondi da Desalle, ma nel secondo round è Cairoli a mettersi davanti a tutti. Kiara Fontanesi centra la doppietta.

Nel secondo appuntamento del Mondiale Motocross, disputato in Tailandia, abbiamo visto una delle gare più difficili di sempre per i piloti: il caldo torrido e incessante infatti ha messo a dura prova i concorrenti, addirittura molti si sono rifiutati di correre la seconda gara per questioni fisiche.

 

Come si poteva prevedere questo sarà uno dei mondiali più combattuti di sempre, in cui per vincere serve un talento straordinario unito a nervi saldi che permettono di vincere con la costanza. È il caso del belga capolista con la tabella rossa, Clement Desalle, che si è aggiudicato due secondi posti che lo hanno portato a 8 punti di vantaggio su Antonio Cairoli.

 

Ryan Villopoto, soltanto mediocre nella prima manche in Qatar e grande candidato al mondiale, ha cominciato a trovare il suo ritmo: partenza a fionda in gara 1 ed uno stile di guida spettacolare gli hanno permesso di conquistare la prima posizione mentre Cairoli è partito male ed ha dovuto affrontare la gara in salita arrivando solo quinto.

 

La situazione si ribalta completamente in gara 2, dove è Tony a partire lanciato e a farla da padrone mentre Villopoto è costretto a rincorrere finendo terzo in questa manche. La grande sorpresa dell’anno però è certamente Romain Febvre, il francese che con un terzo ed un quarto posto si dimostra sempre più maturo e pronto per lottare per il titolo. Meno entusiasmante la MX2, in cui Jeffrey Herlings ha dominato con una doppietta a dimostrare che è lui l’uomo da battere quest’anno.

 

Nel campionato femminile la classifica parla italiano grazie ad una grandiosa Kiara Fontanesi, che ha vinto entrambe le gare conquistando la testa del mondiale a parità di punti con la francese Livia Lancelot, mentre la nostra Francesca Nocera è quarta.

 

Una stagione che ricorderanno in molti come la più entusiasmante di sempre: Villopoto è sempre più agguerrito ma deve confrontarsi con ritmi diversi e avversari alla sua altezza, Cairoli vuole il nono titolo ma non è il solo in corsa e Clement Desalle, con la pressione mediatica ed il tifo diviso tra l’ italiano e l’ americano, può tentare di stupire tutti con il detto “tra i due litiganti il terzo gode” dalla sua parte.

Articoli più letti
RUOTE IN RETE