Recensione pneumatici Conti Sport Attack 2 su Yamaha R6, strada e pista

Abbiamo montato le Continental “Conti Sport Attack 2” su di una moto destinata alla pista come alla strada. Lo scopo era quello di farci almeno 4.000Km, ma riuscire ad avere delle gomme buone anche per qualche pistata. Il risultato è stato sorprendente.

Arrivare al cambio gomme è, per molti, un momento davvero delicato. Un po’ come quando da piccoli andavamo a tagliarci i capelli, convinti che il barbiere avrebbe combinato l’ennesimo disastro (a ragione). Andiamo dal gommista decisi a fare una mossa un po’azzardata ma, se quello che dicono i colleghi corrisponde a verità, anche una scelta premiante. Dopo aver testato a lungo i marchi più blasonati e costosi, decidiamo di optare per qualcosa di diverso.

Le Conti Sport Attack 2 sono gomme di nuova generazione, senza cera ed in monomescola che però è stata lavorata per avere la giusta durezza sul battistrada, andando ad ammorbidirsi progressivamente fino all’angolo di piega massima, in modo da trovare un compromesso tra durata stradale e performance sportiva.

Il disegno è stato concepito per dare anche una certa sicurezza sul bagnato, da sempre il vero limite delle gomme sportive. Insomma, siamo proprio impazienti di scoprire se si parla di un mezzo miracolo o di una storia ingigantita da parte del marchio. Col cambio dal gommista abbiamo speso poco meno di 300€, ma probabilmente su siti web specializzati (ovviamente escludendo il montaggio) si può trovare di meglio.

Nei primi metri scaldiamo le gomme e presto il grip diventa ottimo. Le piege riescono da sole, la gomma è chiusa in pochi chilometri e la sensazione è quella di essere attaccati all’asfalto. L’entrata in temperatura è rapida, per essere su strada non ci si può lamentare. Il giorno dopo la portiamo in pista, curiosi di vedere quanto la Conti Sport Attack 2 può reggere lo stress.

La gomma lavora veramente bene
, senza farsi devastare dall’usura e attaccando la moto all’asfalto. Ogni segno di cedimento (pochi) è comunicato con largo anticipo, rendendo il pneumatico prevedibile e sicuro. Solo una volta ci ha lanciato sulla via dell high-side in uscita di curva, recuperato, dopo aver un po’esagerato con l’apertura del gas. La gomma non molla nemmeno dopo numerosi turni, e ce ne andiamo a casa molto soddisfatti.

Prendendo in considerazione il feeling, la durata ed il prezzo, ci sentiamo in dovere di complimentarci con Continental per questo prodotto, pronto ad andare incontro al motociclista sportivo che non fa della pista la sua casa ma, nei weekend, non disdegna le pieghe tra i cordoli.

Le Conti Sport Attack 2 sono di primo equipaggiamento su BMW S 1000 RR e KTM RC8, e costano circa 250€ escluso il montaggio.

ARTICOLI CORRELATI
RUOTE IN RETE