USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Suzuki diventa main sponsor della HAT Series

Suzuki è stata scelta come main sponsor della stagione 2020 della HAT Series, la serie di eventi Adventouring più amata dagli appassionati di mototurismo fuoristrada, dove sarà impegnata anche la V-STROM 1050XT

Suzuki è stata scelta come main sponsor per l’edizione 2020 della HAT Series, la serie di eventi considerata la madre della disciplina dell’Adventouring in Italia. Il marchio di Hamamatsu sarà dunque una presenza costante nelle manifestazioni che compongono il calendario HAT Series. Tutti gli appuntamenti si svolgeranno tra la metà di maggio e i primi di settembre, tra Italia e Balcani. I vari percorsi attraverseranno territori magnifici e permetteranno ai partecipanti di vivere un’indimenticabile esperienza di mototurismo fuoristrada.

V-Storm 1050XT: nata per l’avventura

Questa partnership darà modo a Suzuki di far conoscere meglio agli appassionati di Adventouring la V-Storm 1050XT. Ispirata alle leggendarie DR-Big e DR-Z, garantisce una posizione di guida comoda e di assoluto controllo per tutti i motociclisti, grazie alla perfetta triangolazione tra il manubrio in alluminio a sezione variabile, le ampie pedane off-road e la sella regolabile su due livelli. Anche il parabrezza può essere regolato a diverse altezze senza bisogno di attrezzi e alla sue spalle si trova una completa strumentazione digitale. La V-Storm 1050XT adotta lo schema meccanico migliore per una moto che voglia muoversi con disinvoltura su ogni percorso, con un telaio a doppia trave in alluminio leggero e robusto e un motore bicilindrico a V di 90°.

Il V-twin è omologato Euro 5 e offre ottime prestazioni, con una potenza massima di 107,4 cv e una coppia generosa lungo tutta la curva d’erogazione, che il pilota può gestire a piacimento, scegliendo tra tre mappature con il Suzuki Drive Mode Selector. Ciò che rende unica questa Suzuki è però l’esclusivo Suzuki Intelligent Ride System, un pacchetto di sofisticati dispositivi elettronici che lavorano in simbiosi con una piattaforma inerziale Bosch di ultima generazione, che rileva istante dopo istante i movimenti della moto in sei direzioni lungo tre assi. Il SIRS comprende per esempio il traction control regolabile su tre livelli e disattivabile, il cruise control e il sistema di assistenza alle partenze in salita.

HAT Series: il calendario 2020

Sono quattro gli appuntamenti del calendario 2020 delle HAT Series. Si inizia con l’HAT Pavia-Sanremo (in programma dal 15 al 17 maggio): è l’evento ideale per chi vuole avvicinarsi alla disciplina dell’Adventouring. Per raggiungere la Riviera dei Fiori dalla Lombardia propone infatti due percorsi, uno medio-facile chiamato Classic e uno ancor più semplice, il Discovery, perfetto anche per chi muove i primi passi fuori dall’asfalto. Mediamente i tracciati hanno una lunghezza di 450 km, con un 35% di off-road. HAT Sestriere Adventourfest (26-28 giugno) giuda alla sua seconda edizione: sarà una kermesse dedicata a tutti i viaggi in moto, anche a quelli più avventurosi. Per l’occasione sarà allestito un animato HAT Village, che darà tanto spazio anche agli accessori e ai servizi che ruotano attorno al mondo dell’Adventouring. L’HAT Sestriere Adventourfest proporrà poi varie tipologie di tour guidati su strade bianche ex-militari in alta quota, anche in notturna grazie all’emozionante HAT Moonride. HAT Sanremo-Sestriere (4-6 settembre), nota anche come HardAlpiTour, è la manifestazione da cui è nata la HAT Series e quest’anno giunge alla sua dodicesima edizione. Nel tempo si è guadagnata il ruolo di più grande evento Adventouring d’Europa, tanto che lo scorso anno ha visto al via circa 500 motociclisti provenienti da 15 Paesi.

HAT Master Balkans (10-18 ottobre) rappresenta la novità 2020 ed è la prima manifestazione che porta il mondo HAT al di fuori dei confini nazionali su un percorso di circa 2000 km in luoghi magnifici ed inesplorati che porterà 50 piloti selezionati da Trieste a Tirana. Un tour abbastanza impegnativo riservato a piloti esperti, che cercano nuovi orizzonti, nuove esperienze e nuovi limiti. La grande novità sarà l’introduzione del Master Challenge, una nuova formula che, mantenendo lo spirito turistico, aggiungerà momenti di sfida nella guida per i partecipanti mettendo alla prova le loro migliori doti di guida e navigazione. I piloti più regolari, precisi e costanti conseguiranno il titolo di Master of Adventouring in questa vera e propria Accademia dell’Adventouring.

RUOTE IN RETE