SUZUKI GSR 600

La naked nipponica Suzuki GSR 600 continua a essere una delle moto più apprezzate, insieme a Honda Hornet 600 e Yamaha FZ6 Fazer, grazie all'ottimo rapporto prezzo/qualità

Suzuki GSR 600, la nuda nipponica resta ai primi posti della classifica delle vendite tra le naked insieme a Honda Hornet 600 e Yamaha FZ6 Fazer.
I centauri italici apprezzano soprattutto le linee della due ruote del costruttore di Hamamatsu: spigolose, aggressive e dinamiche quanto basta per farla riconoscere subito dalle altre, ma anche la buona guidabilità che permette al quattro cilindri del Sol Levante di avere un comportamento neutro in ogni condizione di guida.
Il faro a riflettore multiplo incastonato tra le piastre di supporto caratterizza la vista anteriore. Intelligente la soluzione degli indicatori di direzione inseriti nella parte anteriore del serbatoio. Più sporgenti gli specchietti retrovisori.
Se la si osserva da dietro, della Suzuki GSR 600, provata in un test ride da Infomotori,  si notano gli scarichi posizionati sotto la sella e le doppie luci a led che creano un bell’effetto decisamente suggestivo.
Riconosciute e apprezzate dagli appassionati delle naked le doti stradali della moto nipponica che garantiscono divertimento e anche ingressi “pistaioli” in curva. Ovviamente senza mai esagerare!
Interessante anche il prezzo intorno ai 7.000 euro che permette alla Suzuki GSR 600 di avere un ottimo rapporto prezzo/qualità, aspetto non trascurabile in questo periodo.

ARTICOLI CORRELATI