Suzuki V-Strom Academy 2018: imparare il fuoristrada con le Maxienduro

Per un giorno ci trasformiamo in alunni, ma la scuola è un tracciato in terra battuta, il banco è una Suzuki V-Strom 650 e il prof. è il pluricamione di cross e supercross Davide Degli Esposti. Alla fine a essere sicuramente promossa è... la scuola! (Gli alunni vedremo).

Immaginate una giornata nella terra dei motori, a pochi passi dalla casa di Mario Lega (campione del mondo 250 nel 1977) e di Marco Melandri, una Suzuki V-Strom e un tracciato in terra tutto per voi e Davide Degli Esposti (pluricampione italiano ed europeo di cross e supercross) come insegnante… Non riuscite a immaginarlo? Allora iscrivetevi e vivetelo!
Sì, perché quello che si è svolto al crossodromo Tre Ponti di Ravenna è una giornata della Suzuki V-Strom Academy. Obiettivo? Imparare a gestire la vostra V-Strom (o qualunque enduro assimilabile) sullo sterrato.

Per molti e giustificati motivi le enduro stradali sono da anni in vetta a tutte le classifiche di vendita. La V-Strom poi è una delle più equilibrate e versatili di quelle che potete trovare in commercio, in grado di portarvi davvero ovunque, tutti i giorni. Consente di andare quotidianamente a lavoro, vi porta tranquillamente in autostrada anche con bagagli e passeggero, nel misto offre agilità e appoggio e, se volete, vi porta anche fuoristrada. Si capisce, niente di “tecnico”, ma qui i limiti sono sicuramente più nel pilota “medio” (o anche evoluto ma solo su asfalto) che nel mezzo.

La V-Strom Academy vi permette di “impadronirvi” delle tecniche base necessarie per affrontare in tranquillità strade sterrate e siamo rimasti davvero stupiti di quanto si possa imparare in un solo giorno di lezione! A disposizione dei corsisti V-Strom 650 e 1000 XT di serie, a esclusione degli pneumatici Anlas Capra che sono più orientati al fuoristrada rispetto alle coperture originali. Ma a parte questo è impressionante vedere quanto si impari in fretta!
Merito del maestro, innanzi tutto, ma anche di come è stato pensato e strutturato il corso. Davide è un campione di cross, ma è soprattutto un motociclista appassionato e un bravissimo insegnante, perché non solo è paziente, ma grazie a un mix di teoria (poca) e pratica (molta) fa capire anche agli alunni più tardi (come il sottoscritto) quale sia il nostro rapporto con la moto e come cambi il comportamento di questa nelle varie occasioni.

Purtroppo non ho filmato il primo giro nel tracciato riservato all’Academy, ma vi garantisco che la differenza con gli ultimi è davvero abissale.
Grazie alla Suzuki V-Strom Academy si impara a conoscere meglio il proprio mezzo, a gestirlo in situazioni diverse dal solito, a sfruttarlo in tutta sicurezza su percorsi off road (che poi sono spesso i più belli) e sono tutte competenze che ci aiutano anche nei tragitti di tutti i giorni, proprio perché Davide non si “limita” a spiegare cosa fare, ma si sofferma sul come e soprattutto sul perché, e conoscere la dinamica della moto (che su sterrato cambia rispetto all’asfalto, quindi non bisogna dare nulla per scontato) aiuta tantissimo a concentrarsi su cosa si sta facendo e realizzarlo correttamente.

Devo essere sincero, non pensavo di poter imparare tanto in un giorno in pista e non credevo di poter modificare comportamenti che attuo in moto da oltre trent’anni… e invece, grandi soddisfazioni! Sia chiaro, non è che il giorno dopo si possa partire per la Dakar, ma nel nostro piccolo ci siamo lanciati a esplorare strade sterrate che solo il giorno prima avremmo guardato e basta…

Insomma, esito positivo, anzi, entusiasmante. Speriamo che l’anno prossimo ci siano giornate “advanced” dedicate a chi quest’anno ha seguito il corso V-Strom Academy!
Un ultimo aspetto non marginale. Le lezioni sono rivolte a gruppi di solo otto partecipanti, per permettere a ognuno di avere tutta l’attenzione che merita, ma è molto bello anche il clima e il rapporto positivo che si crea tra partecipanti uniti dalla medesima passione per le moto e, spesso, dall’amore per la propria V-Strom.

E se volete vedere come “funziona” il corso e divertirvi un po’, fate partire il video qui sotto!

Abbigliamento utilizzato durante il corso:
Casco: Givi X.01 Tourer
Giacca: Alpinestars GP Pro Air Jacket
Pantaloni: Jeans Hevik Titan
Stivali: Stylmartin Delta RS
Guanti: Alpinestar Atlas
Protezione: Alpinestar Bionic Jacket 2

ARTICOLI CORRELATI
RUOTE IN RETE