Triumph Daytona 675 Triple

Tre cilindri inglesi per sfidare le jap

Triumph Daytona 675 Triple. Un marchio che porta con sé anni di storia leggendaria come Triumph non poteva rinunciare ad un aggiornamento per il suo modello sportivo Daytona, la cui cilindrata passa infatti da 650 a 675 cc per offrire più potenza agli esigenti centauri dei giorni nostri. Il frazionamento del propulsore inglese lo distingue dal resto della produzione attuale nel segmento delle “piccole” sportive: con i suoi tre cilindri in linea DOHC ad iniezione diretta Multipoint la nuova Triumph Daytona 675 Triple si propone come temibile avversaria per le rabbiose quattro cilindri giapponesi.
Segue la moda Anche la nuova Daytona segue la tendenza dilagante che detta legge in campo estetico, con lo scarico sottosella ed una carenatura snella ed affilata. Il frontale abbandona finalmente lo stile filo-Kawasaki grazie ai nuovi gruppi ottici molto personali ed aggressivi. La presa d’aria triangolare del sistema di alimentazione garantisce un buon apporto di comburente all’affamato tre cilindri di casa Triumph e trova posto sotto al cupolino oscurato.
Molto bella ed altrettanto efficace la forcella anteriore a steli rovesciati, impreziosita dalle pinze freno Nissin con attacco radiale che garantiscono staccate degne di nota. La carenatura laterale, alleggerita da due prese d’aria, lascia in vista buona parte del carter motore e del telaio in alluminio come sulle supersport di ultima generazione mentre la parte inferiore si allunga fino a lambire il forcellone, sempre in alluminio con capriata superiore di rinforzo ed ammortizzatore pluriregolabile in bella evidenza.
Lo scarico 3-in-1 trova posto sotto ad un codino attillato e snello e presenta un silenziatore lucido con 3 uscite che richiamano il frazionamento del propulsore (soluzione già vista sulla ST), soluzione che sembra destinata ad accomunare la gamma sportiva del marchio inglese.
Meno cilindri, più cavalli! Il nuovo propulsore tre cilindri da 675cc eroga la bellezza di 125 cavalli contro i 110 della “vecchia” Daytona 650, con una coppia massima di 72 Nm a 11.750 giri. Le caratteristiche tecniche del motore inglese abbinate al cambio a sei marce e ad un peso a secco di soli 165 Kg promettono buone prestazioni velocistiche e dinamiche.
Triumph non ha ancora comunicato il listino ufficiale ma Infomotori.com vi anticipa che il prezzo non dovrebbe discostarsi molto dai 10.000 euro chiavi in mano.

ARTICOLI CORRELATI
RUOTE IN RETE