Triumph Factory Custom, il tailor made del marchio inglese

Triumph Thruxton TFC e concept della nuova Rocket TFC: nasce Triumph Factory Custom, edizioni limitate di motociclette ultra-premium.

Novità in casa Triumph: arrivano Thruxton TFC e la concept Rocket TFC. La casa di Hinckley propone una tiratura limitata di 750 esemplari della Thruxton, con componentistica pregiata e finiture all’altezza di un prezzo di circa 22.500. In parallelo lancia il concept che svela la nuova Rocket, che scopriremo il prossimo 1 maggio.

Non solo nuovi modelli. La casa inglese infatti affianca alle novità 2019 un piano di personalizzazione, portando al debutto il Triumph Factory Custom (TFC). Non a caso le moto di Hinckley sono tra le più gettonate tra gli appassionati del mondo custom, ma qui siamo di fronte a qualcosa di diverso, che mescola il piacere di possedere un oggetto unico alle competenze ed alla filosofia di un marchio tra i più storici ed importanti. Si tratta di una iniziativa che non nasconde la volontà di alzare l’asticella anche in termini di immagine e di valore del brand, perché le modifiche incluse nel pacchetto TFC non solo banali e non temono di spaventare i clienti per il costo complessivo di un prodotto decisamente premium.

Per la realizzazione è stato creato un laboratorio dedicato, all’interno della fabbrica di Hinckley, prendendo spunto da quanto realizzato in passato con le Triumph TFC Bobber e TFC Scrambler del 2014. Si sfrutta anche quanto emerso dalla creazione di oggetti unici, sia per alcuni Ambassador importanti del brand, ma anche delle moto impiegate in film importanti della storia del cinema, senza ovviamente dimenticare che Triumph è legata a doppio filo al mondo delle competizioni. Una filosofia quindi che offre concetti di artigianalità e personalizzazioni, applicati nel rispetto della storia e della tecnologia più moderna, per offrire qualcosa di quasi unico sul panorama motociclistico.

Ogni modello TFC, a cominciare dalla Thruxton TFC, sarà una tiratura in edizione ultra limitata, numerata e che non verrà mai più replicata, che includerà migliorie tecniche e meccaniche, oltre alla parte estetica. Salgono infatti le performance, sia dinamiche che in prestazioni pure, con interventi mirati su ciclistica e motore, a conferma del fatto che si tratti di special di sostanza, non solo per apparire.

Triumph Thruxton TFC
Una ricetta che prevede tutto quello che ogni appassionato possa desiderare per la sua moto, a partire dalle raffinate sospensioni nere RSU Öhlins, completamente regolabili, ma anche pinze e pompa freno Brembo top di gamma, inclusa una leva freno regolabile con pompa radiale MCS, uno scarico Vance & Hines in titanio, con terminali in fibra di carbonio ed una personalizzazione estetica che arriva ad includere una carenatura in carbonio. Tanti i dettagli su cui il progetto è andato ad intervenire, ma è immancabile anche la placca con incisione TFC con il numero dell’esemplare. Completano in kit gli pneumatici racing Metzeler Racetec RR. Ogni esemplare verrà consegnato con un kit, incluso un libro personalizzato, una chiave con dettagli dorati e la lettera di autenticazione firmata dal CEO di Triumph Nick Bloor. Distintivo e molto esclusivo è anche il sistema di verniciatura. Troviamo infatti un caratteristico nero, oltre al carbonio, con dettagli in rilievo sul serbatoio e oro dipinto a mano.

Non solo estetica e ciclistica, la base di partenza è quella della già grintosa Thruxton R, che guadagna però ben 10 cavalli (salgono quindi da 97 a 107), mentre la coppia arriva a toccare quota 115 Nm (+ 3) a 4.850 giri. La Thruxton TFC promette quindi grandi gioie, non solo per il suo aspetto, ma anche in sella. Una raffinata ciclistica che ruota intorno, ad esempio, alla blasonata Nix30 di Öhlins oppure alle Brembo a 4 pistoncini M4.34, ma che conta su un cospicuo incremento di prestazioni del motore, che ben si accoppia ai 5 kg di peso in meno. Si è intervenuto anche sull’elettronica, con specifici riding mode per la Thruxton TFC. Il tutto per un prezzo a partire da 22.500 euro (una Thruxton R “standard” parte da 16.300 euro). Una moto non per tutti, ma il cui prezzo è pienamente giustificato da contenuti davvero di alto livello, con il top di quello che si possa pretendere.

Concept Rocket TFC
Il progetto TFC è anche l’occasione per iniziare a mostrare qualcosa della nuova Rocket, dopo che la Rocket III è usciti di listino da un paio d’anni, non essendo mai stata aggiornata per ottemperare alle norme Euro 4. Insieme alla Thruxton TFC viene infatti svelato il concept della Rocket TFC, che sarà presentato ufficialmente il 1 maggio 2019, rendendo pubblici tutti i dettagli e le specifiche tecniche di una delle motociclette più esagerate che si possano guidare.

La Rocket III ha infatti ancora oggi alcuni record, malgrado sia un modello lanciato nell’ormai lontano 2004 e, dopo 15 anni, è molta la curiosità su quanto potrà offrire (si parla di 180 cavalli, ma è il dato sulla coppia massima ad incuriosire ancor di più). Inutile dirlo, alzando l’asticella rispetto al modello che rimpiazza andrà a stabilire nuovi primati mondiali in termini di prestazioni, ma anche tecnologia all’avanguardia e soluzioni uniche. Non ci resta che aspettare i circa 3 mesi che ci separano dal suo debutto!

ARTICOLI CORRELATI