Triumph sceglie Ernie Vigil per la Norra Mexican 1000

Triumph ha annunciato il ritorno alle competizioni endurance off-road in occasione della Norra Mexican 1000 2019. Il pilota Ernie Vigil guiderà una Scrambler 1200 XE con un allestimento pressoché standard in ungara lunga e massacrante

Triumph ha annunciato il ritorno alle competizioni endurance off-road con la nuova Scrambler 1200 XE in occasione della prossima Norra Mexican 1000. In sella ci sarà Ernie Vigil, stuntman e pilota off-road molto esperto, ma soprattutto il primo a completare la Baja 1000 a bordo di una Tiger 800. Completamente guarito dall’infortunio dell’ottobre 2018, Ernie ha trascorso le ultime 3 settimane nel sud della California per allenarsi con la Scrambler 1200 preparata appositamente per questa gara, completando così la sua preparazione per questa sfida massacrante.

Triumph alla Norra Mexican 1000

La Scrambler 1200 XE di Ernie affronterà la Mexican 1.000 con un allestimento pressoché standard. Le uniche modifiche riguardano la sella racing, i fari, le manopole e i pneumatici specifici per l’utilizzo sugli insidiosi fondi sabbiosi della gara. Una nuova sfida, quindi, per la Scrambler 1200 XE, moto che rappresenta una novità assoluta nel mondo delle modern classics, per le sue capacità sia su strada sia in fuoristrada, disciplina in cui può permettersi di sfidare anche moto specialistiche. La Norra Mexican 1000 è una gara fuoristrada durissima che attraversa il deserto roccioso per oltre 1000 miglia.

Vero e proprio punto di arrivo per chiunque voglia cimentarsi in gare motociclistiche endurance estreme è una competizione in cui i corridori affrontano, oltre agli elementi naturali tipici di questa zona, sabbie morbide e insidiose, e imprevedibili camion da corsa da 1.000 cavalli. Nato nel 1967, il percorso originale di 1.000 miglia di questa edizione parte da Ensenada, in Messico La Mexican 1.000 si corre sullo stesso difficile terreno della Baja 1.000, gara che negli anni ’60 ha reso famosa nel mondo la prima Triumph Scrambler.

Dopo 9 mesi di allenamento, l’infortunio e oltre 6.000 miglia vissuti in sella alla moto in fuoristrada, sono davvero eccitato perché finalmente sono arrivato alla fase finale della preparazione per una delle gare off-road più impegnative che si possano correre. Non vedo l’ora di arrivare sulla linea di partenza e far scattare la Scrambler. La moto ha funzionato incredibilmente bene e ho una voglia matta di partire“, ha dichiarato Vigil. “Tutti noi di Triumph facciamo il tifo per Ernie, il suo impegno per tornare in forma dopo l’infortunio è stato ammirevole e non vediamo l’ora di vedere la Scrambler 1200 in azione nei luoghi che sono stati così fondamentali nella storia del nostro marchio. Questa gara è stata la scintilla che ha dato il via a tutta la nostra serie Scrambler“, ha detto Paul Stroud, Chief Commercial Officer di Triumph.

ARTICOLI CORRELATI