USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Triumph Street Triple R

Presentata in anteprima mondiale a Intermot 2012 a Colonia la versione più equipaggiata della naked di Hnckle. Disponibile da novembre 2012 con garanzia standard di 2 anni a chilometraggio illimitato

Triumph Street Triple R
Insieme alla Triumph Street Triple è stata presentata a Intermot 2012 anche la sua versione con equipaggiamento superiore, la Triumph Street Triple R.
La naked di Hinckley di media cilindrata si ripresenta con un nuovo telaio che la rende ancora più maneggevole, ha subito anche una cura dimagrante ed ora la nuova Street Triple R è più leggera di 6 chili, mentre è stata ottimizzata la centralizzazione delle masse con un nuovo posizionamento dei silenziatori e da un assetto completamente rivisto.
Disponibile da novembre 2012 con garanzia standard di 2 anni a chilometraggio illimitato.

Motore della Triumph Street Triple R

Il cuore pulsante della Triumph Street Triple R è il tre cilindri da 675 cc raffreddato a liquido con immobilizer di serie. Il motore raggiunge i 12.650 giri/minuto, sprigionando una potenza di 106 CV a 11.850 giri ed una coppia di 68 Nm a 9.750 giri, oltre all’inconfondibile suono del tre cilindri inglese.
Con una coppia disponibile ai bassi regimi e una potenza ai regimi superiori, il motore a tre cilindri rimarca il suo innato spirito sportivo.

Ciclistica della Triumph Street Triple R
Il pezzo forte del nuovo look aggressivo Triumph Street Triple R è il nuovo telaio, che integra un sottotelaio posteriore in pressofusione ad alta pressione per una maggiore rigidità. Ma il telaio non è solo robusto ed essenziale, è anche altamente evoluto: infatti, è stato progettato per ottimizzare il lato dinamico, agile e divertente della guida. Il nuovo design leggero e con baricentro più basso offre la stabilità e la sensazione di fiducia che rendono ogni uscita su due ruote un’esperienza incredibile.
La forcella anteriore Kayaba da 41mm a steli rovesciati con precarico regolabile, idraulica in compressione e ritorno regolabile offre ai riders più esigenti la libertà di dare il giusto assetto alla propria moto, in ogni situazione. Il mono posteriore, di standard altrettanto elevato, è anch’esso regolabile in precarico, ritorno e compressione.
Su richiesta è disponibile l’ABS disinseribile, che permette di scegliere tra diversi settaggi e trovare il modo migliore per sfruttare il doppio disco flottante anteriore da 310 mm, con pinze radiali Nissin a 4 pistoncini.
L’ABS può essere disattivato facilmente dal quadro strumenti ogni volta che lo vuoi: si riattiverà in automatico alla prossima accensione.
La nuova Street Triple R offre diverse possibilità di configurazione, adatte sia per gli amanti della pista sia per gli appassionati della strada, con la garanzia di uno straordinario potere di frenata quando necessario. Un assetto rivisto di 23.4° per il cannotto di sterzo e di 95.0mm per l’avancorsa completa il quadro.
Il nuovo scarico con sistema 3-in-1 con un silenziatore single-sided anch’esso ribassato si trova in posizione ribassata sul telaio, per un baricentro più basso che migliora la maneggevolezza e la reattività della motocicletta. Inoltre, il nuovo design riduce il baricentro, migliorando l’esperienza di guida.
I 6 kg in meno rispetto al modello precedente e la centralizzazione della massa rendono i movimenti più fluidi, più controllati e allo stesso tempo più esaltanti. Nel complesso, il peso in ordine di marcia della Triumph Street Triple R è di 183 kg, controllabili da una sella alta da terra 820 mm.

Design della Triumph Street Triple R
Con un look deciso e aggressivo, il motore in bella vista, gli inconfondibili doppi fari e il silenziatore montato in posizione ribassata, strizza l’occhio ai rider più impavidi. Il nuovo design dei cerchi riduce la massa non sospesa, migliorando così la dinamica e l’agilità.
Il modello R sfoggia un telaietto posteriore rosso, come rossi sono anche le filettature dei cerchi e il copri radiatore, dove campeggia il logo “R”.
Tre le colorazioni disponibili per la nuova Street Triple R: Phantom Black, Crystal White e Matt Graphite con l’aggiunta di sottotelaio posteriore, fianchetti del radiatore e dettagli delle strisce dei cerchi, tutti sfacciatamente rossi.

Accessori della Triumph Street Triple R
In sintonia con il carattere della Street Triple R, questo puntale sottocarena scolpito e costituito da quattro parti è stato progettato per esaltare il look deciso delle naked inglese. Fabbricato con materiale ABS ad alta resistenza, può essere montato su impianti di scarico standard e 3-in-1 Arrow.
Il cupolino realizzato con stampaggio a iniezione offre una protezione maggiore senza aggiungere inutili fronzoli al look essenziale della Street Triple R. Per completare le linee aggressive della moto di Hinckley, è disponibile con finitura in tutte le colorazioni 2013.
Realizzato in alluminio 6061 T6, il serbatoio freni anodizzato nero è il tocco di classe per la Street Triple R. Arricchito dal marchio inciso al laser e dal coperchio zigrinato, sostituisce il serbatoio in plastica di serie e si sposa perfettamente con le leve di freno e frizione e altri componenti Triumph lavorati CNC.
Questi nottolini per cavalletto centrale marchiati Triumph con finitura nera sono perfetti per non sfigurare mai in pista. Lavorati con precisione e fabbricati in acetale per la massima resistenza, presentano anche limitatori di compressione in alluminio tornito.
Guidare è un’esperienza ancor più appagante e divertente se sai di poter contare su una pressione ottimale degli pneumatici. I sensori opzionali per il monitoraggio della pressione degli pneumatici della Street Triple R visualizzano le pressioni effettive all’anteriore e al posteriore direttamente dal quadro strumenti. E gli avvisi automatici ti informano subito se gli pneumatici sono al di sotto dei livelli ottimali.
La Street Triple e la Street Triple R non solo hanno un look robusto, ma possono anche montare come optional le robuste protezioni del telaio in nylon stampato per ridurre al minimo i danni strutturali in caso di caduta. La naked di media cilindrata è il primo modello della gamma Triumph progettato sin dalle primissime fasi proprio per montare questo tipo di protezione del telaio. E l’altissima qualità dell’ingegneria Triumph non ha confronti, grazie ai severi test cui viene sottoposto ogni componente. Sono disponibili protezioni anche per l’alloggiamento motore e il perno anteriore.

TAGS:
SPECIALE
Articoli più letti
RUOTE IN RETE