Triumph Thunderbird 1600

Svelata la nuova big cruiser della Casa di Hinckley; nei concessionari Triumph da giugno a 13.990 euro, 14.590 in versione ABS dal prossimo settembre. Impressionante il peso, 339kg

Triumph Thunderbird 1600. Se confrontati con la cubatura esagerata della Rocket III, i 1600 cc di questa nuova Thunderbird di certo non spaventano ma a Hinckley assicurano di aver fatto sul serio realizzando sì una cruiser ma dal comportamento tutt’altro che pacioso. Un motore performante, insomma, e lo si capisce già dall’impianto frenante, tutt’altro che turistico; il motore è l’inedito bicilindrico parallelo da 1.599cc, a iniezione elettronica, con cambio a 6 marce, a livello di prestazioni, si parla di 84 cavalli e 146 Nm di coppia trasmessi alla ruota da una cinghia dentata che non necessita di manutenzione. L’anima cruiser si vede, piuttosto, nel grosso serbatoio e nell’impostazione di guida. La livrea scelta per svelare questo nuovo modello è decisamente classica, “whtie stripe” trasversale su fondo blu, anche qui a sottolineare una doppia anima all’insegna di comodità e prestazioni. E non mancano anche abbondanti cromature, così come si conviene ad ogni cruiser che si rispetti. Per il reparto sospensioni, si individua una forcella a steli rovesciati all’anteriore e due “molloni” che caratterizzano la vista posteriore. Per il momento restiamo in attesa di dettagli su questa cruiser determinata a fare concorrenza ad Harley Davidson anche se – fra le novità che ci attendiamo – ci sarà certamente un allestimento touring, così come fatto per la sorella maggiore Rocket III.

È la quarta motocicletta a fregiarsi del nome “Thunderbird”. La prima fu, nel 1950, un’innovativa bicilindrica da 650cc, che definì nuovi standard in fatto di prestazioni e maneggevolezza. In seguito, il nome fu per un breve periodo riutilizzato nei primi anni 80 per poi essere abbinato alle popolari roadster tre cilindri che fecero sognare schiere di appassionati, dal 1995 al 2004.

La Thunderbird è ovviamente accompagnata da un’ampia offerta di accessori e parti speciali per poterla personalizzare secondo le esigenze di ciascuno. Sia che se ne voglia fare una hot-rod muscolosa ed essenziale, sia che la si preferisca divertente, instancabile e confortevole compagna di lunghi viaggi, da soli o in coppia. Naturalmente è disponibile anche in versione dotata di ABS.

La produzione prenderà l’avvio il prossimo mese e la nuova Thunderbird sarà disponibile in tutte le Concessionarie Ufficiali Triumph da giugno in versione standard, a 13.990 euro su strada, e da settembre in versione ABS, a 14.590 euro su strada.

ARTICOLI CORRELATI
RUOTE IN RETE