USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Troy Bayliss torna alle corse con Ducati nel Flat Track americano

Il tre volte campione del mondo Superbike, all'età di 46 anni, ha ancora voglia di correre. È forse il caso di dire che i cavalli di Troy sono sempre alle porte (scusate)! Ora Bayliss volerà in America per disputare il campionato nazionale Flat Track, come quand'era un ragazzino.

Troy Bayliss è innamorato delle moto, la passione che prova per i mezzi a due ruote gliela leggi negli occhi durante un’intervista o semplicemente vedendolo correre. In molti, fan ed appassionati, sono rimasti stupiti nel sentire Troy dichiarare che si sarebbe ritirato dalla Superbike, al posto di correre altri due round europei, per stare dietro ad impegni di vario genere (a due ruote s’intende) e per godersi la famiglia.

Beh, siamo più che mai soddisfatti nel vedere che TB21 non cel’ ha fatta, stare in casa a guardare gli altri correre non fa per lui. Quindi ecco la nuova avventura per Troy Bayliss, ovvero il Flat Track. Non è una scelta casuale, perché il tre volte campione del mondo cominciò proprio così a 10 anni ed ha dichiarato per l’appunto le seguenti parole: “mi sento di nuovo come quand’ero un ragazzino a girare nel Flat Track” ha dichiarato Bayliss, e si vedeproprio che ha la sua solita luce negli occhi.

Uno che non ha mai mollato, che dopo un incidente in cui la falange del mignolo era rimasta compromessa ha esclamato “muovetevi ad amputarmi questo dito che devo fare gara 2!”. Molti hanno smesso di guardare la SBK da quando lui si è ritirato dopo aver vinto il mondiale 2008 con la Ducati. Già perché Troy Bayliss e la casa di Borgo Panigale sono legati a doppio filo ed anche in questa occasione il fuoriclasse australiano non ha tradito il marchio.

Eh già, in Ducati stanno già progettando una special bicilindrica apposta per lui, con potenza e coppia all’ altezza del personaggio che la guiderà e, come vuole la tradizione, senza il freno anteriore.

 

Per chi non lo sapesse, le gare di Flat Track sono abbastanza rapide e si svolgono su di un ovale sterrato. Come tecnica di guida è molto simile al motard, con la differenza che in questo caso lo sterrato domina su tutta la pista.  Se ancora non avete capito di cosa stiamo parlando, andate a vedere i video di Valentino Rossi nel suo Ranch a Tavullia, mentre il leggendario Troy Bayliss darà battaglia alle Harley-Davidson (che dominano queste gare in America) con una Ducati che potrebbe assomigliare moltissimo a questa. Per l’ennesima volta salutiamo e ringraziamo Troy che, con anima e cuore, ci dà sempre un riferimento di cosa sia questo bellissimo sport su due ruote.

Articoli più letti
RUOTE IN RETE