Valentino Rossi – ottavo titolo

Dieci e lode per Valentino. Il campione vince il titolo mondiale chiedendo scusa per il ritardo

Valentino Rossi. E’ un campione, è simpatico, è unico … servono poche parole per descrivere la meravigliosa impresa appena terminata dal Dottore. Vincitore assoluto del Motogp e, quando uno vuole far vedere di che pasta è fatto sa esattamente che carte giocare fino all’ultimo. Sovrano del podio anche durante l’ultima gara, ai fini della classifica risultava uno sforzo completamente inutile ma per il suo ego e la sua immagine… vincere in Giappone è un modo come un altro per dimostrare al mondo chi è Valentino Rossi, senza se e senza ma, un gesto di chi la vittoria sa di meritarla! Il Gp di Motegi, ha visto un Rossi vincitore e strabiliante. Il dottore ha inseguito Stoner e la sua Ducati – desmosedici cercando l’impresa e superandola. Per farlo il campione ha battuto il record della pista mantenendo ritmi incredibili, siamo sicuri che è proprio questo carattere che fa la differenza. Valentino non si accontenta, mai, e cerca il meglio, sempre, il podio e la vittoria, quando perde fa i complimenti al vincitore, ma fino all’ultimo non molla insegue la vittoria fino fino alla fine della corsa. E così il mitico Vale festeggia a modo suo, un improvvisato studio con notaio aggiunto compare a bordo pista e in mondovisione, grazie a una mini telecamera montata sulla penna del notaio, viene proiettata la firma del casco – documento. Infine compare la maglietta con la scritta “Scusate il ritardo” e l’immagine di un orologio fermo sulle otto sottolinea il meritato successo. Il dottore ha ribadito un “Me lo meritavo” e noi ne siamo assolutamente certi .. alla faccia di chi lo vedeva tramontato o altre cattiverie simili. Rossi c’è, il campione del mondo della classe MotoGP sarà anche in ritardo, due anni di digiuno per lui sono veramente tanti, ma ora è arrivato l’ennesimo successo. Inchiniamoci, di fronte a un campione di tale calibro ammettere la sua superiorità è una faccenda di stile e… realismo!

Tag:
ARTICOLI CORRELATI
RUOTE IN RETE