USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Volkswagen Moto

Una moto marchiata Volkswagen? Potrebbe essere uno scenario plausibile, molte dichiarazioni confermano l'ipotesi suggestiva. In ballo anche Audi

Che a Volkswagen piacciano le moto è cosa risaputa. Il buon Piech, presidente noto per aver sempre esternato le proprie opinioni senza peli sulla lingua, ha più volte dichiarato di sognare un brand motociclistico nella galassia Volkswagen-Audi. C’era andato vicino quando Ducati navigava in acque tempestose, ma ora appare difficile un’asse Borgo Panigale-Wolfsburg vista la situazione decisamente diversa del marchio italiano. Con qualche mese di anticipo rispetto alle ipotesi rimbalzate in rete nei giorni scorsi, vi avevamo proposto la Audi Moto ST1, una sport-tourer coi quattro anelli sulla carena, nata quasi per gioco ma subito ripresa e commentata sul web.

Il rendering di oggi ci arriva invece da MotorFreaks ed è opera del designer Nils Poshwatta. Si tratta di uno schizzo denominato R-Moto, con ovvi riferimenti alle serie “R” di casa Volkswagen in ambito quattro ruote. A dire la verità, non ci sembra nulla di trascendentale: troppi richiami alla Aprilia RSV4 (pur bellissima), pochi spunti degni di nota, ma cogliamo la palla al balzo giusto per parlarne un pò approfondendo la questione.

L’affare Suzuki
A qualcuno forse la cosa è sfuggita, ma il Gruppo Volkswagen-Audi ha stretto un importante accordo commerciale con Suzuki, che di moto se ne intende parecchio. Ok, l’acquisizione mira ad espandere l’influenza VAG nei promettenti mercati orientali, e parliamo di automobili. Ma la Casa di Hamamatsu potrebbe fare da mentore nello sviluppo di una moto, che qualcuno vorrebbe supersportiva mentre noi propendiamo per il turismo, visto che per quanto seri e motivati siano i tecnici VAG si tratta di un argomento che ha ben poco a che spartire con lo sviluppo del prodotto auto. Una moto con marcata personalità Volkswagen-Audi, ma con la supervisione tecnologica di Suzuki? Il matrimonio si potrebbe fare, alla faccia dei vari Don Rodrigo della situazione.

Altri scenari?
La seconda alternativa sarebbe l’acquisizione da parte di Volkswagen di un marchio moto “piccolo e redditizio”, come dichiarato da Piech. Svanita l’ipotesi Ducati, la lista si restringe a pochi altri nomi come Triumph (fin troppo inglese) o KTM, con la quale esiste già un rapporto di collaborazione nell’ambito della X-Bow. Il gruppo tedesco potrebbe comunque scegliere la strada più difficile, ovvero uno sviluppo totalmente interno: impresa ardua ma non impossibile, staremo a vedere.

Articoli più letti
RUOTE IN RETE