Yamaha Niken: al Moard arriva la moto (a tre ruote) che non c’era

Andrea Colombi, Country manager di Yamaha Italia, spiega così il progetto Niken: "Siamo un'azienda pionieristica e dalla voglia di rompere gli schemi sono arrivati i principali successi"

Sono tanti i brand di livello mondiale che hanno preso parte al Moard, il primo salone dedicato espressamente al design a due ruote. Tra questi c’è anche Yamaha che ha approfittato dell’appuntamento milanese (che si svolge al Palazzo del Giaccio fino a domenica 5 maggio) per portare la sua Niken.

Yamaha Niken: nata per rompere gli schemi

A presentare il progetto di Yamaha Niken è stato, Andrea Colombi, Country manager di Yamaha Italia: “Oggi tutte le aziende hanno una propria storia e una propria filosofia. Il successo è determinato dal fatto che la clientela possa riconoscersi in determinati valori. Yamaha ha una missione, rappresentata dalla parola giapponese Kando, vale a dire dare un’emozione estrema a cui si vuole appartenere. Il nostro “unit style” è caratterizzato da cinque elementi; innovazione, exitement, confidence, emotion e tise. Yamaha, da sempre, è un’azienda pionieristica e dalla voglia di rompere gli schemi sono arrivati i principali successi. Questo processo ha portato a creare una moto come Yamaha Niken che deriva dal concept 01 Gen, nato con l’intento di dare forma alla prima moto a tre ruote, dopo che gli scooter con questo tipo di tecnologia erano già realtà, dando ai piloti una guida sportiva ma allo stesso tempo rilassante“.

Il primo passo è stato rispettare la filosofia di Yamaha in fatto di design puntando a unire il bello al concetto di dinamismo. Niken è caratterizzata da linee sinuose. I designer si sono ispirati a elementi della natura, in particolare a quello dello scorpione, un animale agile, veloce, ma con due grandi pinze in grado di difendere e offendere – ha aggiunto -. Niken in giapponese significa due spade, concetto che traslato sulla moto si riferisce alle due robuste forcelle che caratterizzano questo modello. Così come gli sci carini hanno permesso agli sciatori di andare oltre le proprie capacità, Niken, che arriva a un angolo di piega di 45 gradi, permette ai piloti di migliorare le proprie prestazioni, aumentando il divertimento. Le due forcelle sono indipendenti, ma unite da una parallelepipedo che permette una guida sicura anche grazie alla particolare geometria di Ackermann che fa sì che la ruota interna di sterzare di più di quella esterna per avere una guida in curva più fluida a tutto vantaggio del divertimento. Niken è un progetto importante perché ha tanta tecnologia e perché va ad esplorare nuovi confini per dare alle persone esperienze immersive ed emozionanti“.

ARTICOLI CORRELATI