Yamaha operazione “Zero Zero”

Yamaha lancia l'operazione "Zero Zero" che prevede tasso zero e anticipo zero per l'acquisto delle due novità 2010, la FZ8 e la Fazer 8

Yamaha propone le sue due novità 2010, la FZ8 e la Fazer 8 con una interessante operazione definita “Zero Zero”. Questo significa che sino a ottobre saranno accompagnate dalla comodità del pagamento dilazionato in 30 comode rate mensili a tasso ZERO (Per le condizioni contrattuali del finanziamento e della polizza assicurativa riferirsi, rispettivamente, ai fogli informativi “Prestiti finalizzati” e alle Note Informative disponibili in tutte le Concessionarie) ed anticipo ZERO per coprire sino al valore totale dell’acquisto dei due modelli (rispettivamente 8.190,00 € f.c. per FZ8 ed 8.690,00 € f.c. per la Fazer 8) e dalla serenità della formula Creditor Protection Insurance che interverrà in caso di imprevisti (rimborso totale in caso di immobilità permanente – copertura delle rate in caso di periodi di disoccupazione o di inabilità al lavoro).
Decorrenza indicativa della prima rata: 30 giorni dall’erogazione del finanziamento.
Imposta sostitutiva pari allo 0,25%).
Yamaha FZ8, la naked di nuova generazione in grado di unire dimensioni raccolte e compatte, una posizione di guida ideale ad un look aggressivo ed alle straordinarie prestazioni del  4 cilindri da 800 cc in grado di garantire coppia istantanea ed una spinta formidabile sin dai bassi regimi, e la sorella semi carenata Fazer 8, sport tourer confortevole, elegante e sportiva, adatta a tutti i percorsi e capace di trasformare ogni guida in un’esperienza senza confronti, sono da oggi più vicine grazie all’innovativa formula Yamaha “ZERO ZERO”.
I due gioielli 800 cc della casa di Iwata sono già disponibili ad essere testati su strada presso tutti i concessionari ufficiali Yamaha Motor Italia, per quella che più che un’esperienza di guida si trasformerà in un vero e proprio match che metterà a confronto tra loro anche i più nascosti desideri di un motociclista, sfida che avrà un solo vincitore, anzi due…

ARTICOLI CORRELATI