USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Yamaha, tutte le novità 2015

E' la regina del salone, scettro condiviso da altre super sportive, ma Yamaha non si è limitata alla R1... anzi. R3 e MT-09 Tracer riteniamo siano novità interessanti da tanti punti di vista, senza dimenticare la WR250 da enduro e il restiling dell'inossidabile T-Max

Yamaha R1 ed R1M hanno focalizzato l’attenzione di stampa e appassionati, e non poteva che essere così, anche in considerazione del fatto che avere come tester e testimonial Valentino Rossi e Jorge Lorenzo non aiuta certo a passare inosservati!
In fondo è giusto così, in un periodo in cui le super sportive perdono terreno sul versante delle vendite, restano comunque il punto di riferimento dell’appassionato, altrimenti non si spiegherebbe tanto dispendio di energie da parte delle case! Yamaha, Honda, Ducati e Aprilia hanno presentato delle race replica che non si vedevano dai tempi della RD o delle suzuki Gamma mentre Kawasaki propone un “mostro” come la H2, ma dubitiamo che queste moto possano fare la differenza in termini di quote di mercato… ma fanno immagine, blasone, marca, insomma fanno vendere “altro”. E Yamaha di altro ne ha parecchio, soprattutto se si guarda a quanto è stato presentato nel corso di questo ultimo anno, visto che ormai non si aspettano più soltanto i saloni internazionali per presentare le proprie novità.
Accanto alla R1 ecco allora spuntare la R3, sportiva dalla linea inequivocabilmente corsaiola mossa da un bicilndrico frontemarcia di 321 cc che eroga 42 cv e con un peso complessivo in ordine di marcia (con pieno di benzina) di 169 kg. La moto giusta per chi vuole “crescere” dalla 125 (può essere guidata con patente A2) senza impegnarsi troppo, anche dal punto di vista economico, visto che la piccola sportiva è proposta f.c. a 5.390 euro. Un mezzo ideale anche per chi vuole cominciare ad andare in pista e predilige la guidabilità e l’agilità alla potenza pura… senza dimenticare che molte case stanno proponendo molti modelli di queste cilindrate perché molto ricercate nei paesi dove le moto si vendono davvero…
Un’altra novità che è rimasta un po’ all’ombra della R1 è la MT-09 Tracer. Se mantiene quello che promette questa è veramente la moto totale. Del motore e della ciclistica della MT-09 non finiremo mai di parlarne bene, a questo aggiungete mappe di gestione elettronica adeguate a un mezzo più sport touring, una posizione di guida ancora più comoda, una bella semicarena e tanti accorgimenti tesi a rendere unica la vostra guida e il gioco è fatto. La linea della Tracer non a tutti piace, alcuni la giudicano un po’ “barocca”, resta il fatto che raramente abbiamo visto un così bel risultato quando si è aggiunta una semicarena a una naked. Qui non si ha assolutamente la sensazione di qualcosa di “appiccicato” e la linea risulta equilibrata anche se, ovviamente, è un’altra cosa rispetto alla MT-09. Bisogna dire che finora in Italia queste moto non hanno goduto di particolare fortuna, ma chissà, il vento potrebbe cambiare…
E mentre in ambito moto prosegue il progetto Yard Built su base XV950 e SR400 (e al salone se ne sono viste delle belle) anche l’off road riceve in dote una nuova WR250 da enduro e la 450 con cui verrà affrontata la prossima Dakar.
Non ultimo ecco il restyling di sua maestà il T-Max, che pur avendo perso un po’ di smalto resta pur sempre il maxy scooter più venduto e apprezzato dal mercato italiano (e non solo).
Insomma, anche quest’anno la casa dei tre diapason ha voluto dimostrare di essere una delle realtà più dinamiche e interessanti del settore proponendo moto da sogno (proibito o quasi) come la R1M e moto per sognare tutti i giorni…

Articoli più letti
RUOTE IN RETE