USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Yamaha: una livrea speciale per festeggiare i sessant’anni nel mondo delle corse

Dall'esordio del 1961, Yamaha ha ottenuto 517 successi e 82 titoli iridati tra piloti, costruttori e team. Nella tappa spagnola del Mondiale SBK le doverose celebrazioni

Yamaha Motor Europe ha deciso di celebrare i sessant’anni di storia nel mondo delle corse proponendo la propria gamma sportiva (R1, R7, R3 e R125) nella speciale livrea World GP 60th Anniversary.

Yamaha: che bella la livrea World GP 60th Anniversary

Siamo così abituati a vedere certi marchi impegnati nelle competizioni in pista che, sovente, non ci poniamo la domanda su quando la loro storia sia iniziata. Il Gran Premio di Francia del 1961, ha segnato il debutto di Yamaha e da allora, la Casa dei tre diapason è diventata uno dei brand di maggiore successo. Dopo aver vinto il suo primo GP nel 1963, Yamaha (che ha annunciato di voler rinnovare il proprio impegno in Moto GP fino al 2026) ha ottenuto 517 successi e 82 titoli iridati tra piloti, costruttori e team.

Per commemorare i sessant’anni di presenza ai vertici del mondo del racing, Pata Yamaha con Brixx WorldSBK e il GRT Yamaha WorldSBK Team hanno decorato le loro moto con una speciale livrea bianca e rossa per il round di Barcellona del Mondiale World SBK. Oltre alla livrea, i piloti hanno indossato anche tute, guanti e stivali speciali Perfettamente in tinta anche il resto del personale Yamaha che ha avuto un abbigliamento dedicato.

Negli ultimi 60 anni, Yamaha è stata uno dei principali protagonisti delle corse motociclistiche su strada e siamo tutti molto orgogliosi di questa incredibile storia. Oggi, possiamo guardare con orgoglio al grande successo ottenuto insieme ad alcuni dei più grandi nomi di questo sport – ha detto Andrea Dosoli, Responsabile corse su strada di Yamaha Motor Europe -. Questa livrea è un omaggio a dove tutto è iniziato, vale a dire il Gran Premio di Francia nel 1961 e non vediamo l’ora di vedere i colori rosso e bianco tornare sulle nostre Yamaha R1 nel Mondiale SBK e nell’EWC, così come sulla nostra Yamaha R6 nel Mondiale SuperSport. Voglio ringraziare tutti i nostri fan, i sostenitori e le persone degli staff che hanno reso possibile tutto questo. Grazie a tutti i nostri sponsor: siamo grati che abbiano accettato di far parte di questa livrea unica con noi”.

Articoli più letti
RUOTE IN RETE