Yamaha WR250R – Test Ride Report

Dalle competizioni alla strada...anzi, al fuoristada. Una moto tecnica per affrontare percorsi impegnativi

Yamaha WR250R – Test Drive Report. Avendo individuato la potenziale richiesta di motori da 250 cc nel settore delle moto da enduro, Yamaha ha deciso di realizzare un nuovo modello da 250 cc con specifiche elevate, in grado di offrire non solo prestazioni di motore e telaio da leader di categoria, ma anche alcune tra le tecnologie più avanzate. Un piccolo grande cuore WR250R è dotata di un motore completamente nuovo, realizzato per offrire un’accelerazione eccezionale e una risposta immediata. E’ progettato in modo specifico per superare le aspettative dei piloti che cercano prestazioni emozionanti. Molto compatto, DOHC, a 4 tempi, è raffreddato a liquido ed ha lo stesso alesaggio di 77,0 mm e la corsa corta di 53,6 mm della YZ250F da cross e della WR250F da enduro Yamaha, già vittoriose nei rispettivi Gran Premi. Il motore a corsa corta completamente nuovo è dotato di una testata a 4 valvole progettata in modo specifico con una nuova camera di combustione, che consente alla WR250R di offrire una risposta immediata e prestazioni eccezionali in tutti i regimi, fino a raggiungere la potenza massima a 10.000 giri al minuto. La configurazione a 4 valvole consente di collocare una candela in posizione centrale, per una più rapida propagazione della combustione, grazie alla superficie ridotta, la camera offre una combustione più completa della miscela aria/carburante. Per ottenere la massima potenza e una risposta eccezionale, la nuova testata presenta un rapporto di compressione di 11,8:1 e utilizza valvole di aspirazione in titanio di diametro superiore a quello delle valvole di scarico. Inoltre, gli alberi a camme sono sottoposti ad esclusivo trattamento WPC (Wonder Process Craft), che aumentare la durezza della superficie e riduce le perdite dovute all’attrito.

Per ottenere la migliore risposta e ottimizzare il consumo di carburante, contribuendo al rispetto dell’ambiente, la nuova WR250R è dotata di un sistema di iniezione mai utilizzato prima su una moto ON-OFF da 250 cc. La compatta centralina ECU riceve i dati dal sensore di posizione albero motore, dal sensore di pressione dell’aria di aspirazione e da un sensore di posizione della valvola a farfalla, e calcola il volume di carburante e l’anticipo di iniezione ottimali. La miscela aria/carburante è inviata nella camera di combustione a 4 valvole tramite un iniettore a 12 fori. L’accensione ad anticipo variabile e la mappatura estremamente accurata dell’iniezione assicurano un’erogazione di potenza straordinaria e una risposta immediata in tutte le condizioni. L’efficienza complessiva dell’aspirazione è notevolmente migliorata grazie alla particolare conformazione rettilinea del condotto e al posizionamento della cassa filtro, che grazie alla nuova posizione della sospensione posteriore, trova spazio e un ottimale collocazione dietro il motore. L’aspirazione è dotata di una valvola di controllo dell’aria che, insieme con il sistema EXUP allo scarico, consente all’ECU di controllare con precisione il flusso dell’aria nel motore di WR250R, dall’aspirazione allo scarico. Tecnica e soddisfazioni Nasce dalle sorelle da competizione YZF250F e WR250F e si sente! Una moto che esegue quello che le viene chiesto con decisione e precisione in ogni contesto. Ciononostante, è adatta anche a chi vuole affrontare le prime piste off-road con il disimpegno che solo un leggero 250 4T può dare. La piccola sportiva con le tassellate è già in vendita nei concessionari a 6.595 Euro.

Tag:
ARTICOLI CORRELATI
RUOTE IN RETE