Yamaha XJ6, nuova versione SP e kit di depotenziamento per neopatentati

Diventano tre le versioni della naked Yamaha XJ6, e per tutti i modelli 2013 è disponibile un kit per rientrare nelle norme “A2”

La Yamaha XJ6, naked 4 cilindri entry level della gamma Yamaha, si arricchisce oggi della versione SP, che va ad affiancare le note XJ6 e XJ6 Race Blu. La nuova versione rappresenta la novità 2013, ed è contraddistinta dalle nuove grafiche “carbon look” e dal logo “Six”. Nuova anche la doppia sella, con altezza da terra ridotta a soli 785 mm e studiata per facilitare le manovre a bassa velocità e il feeling di guida assieme al manubrio regolabile su due posizioni. Rinnovati anche i fianchetti, ora più aerodinamici, la marmitta in posizione centrale e i maniglioni dedicati al passeggero, che aumentano l’aspetto sportivo della moto.
La Yamaha XJ6 è una moto versatile, agile, adatta all’impiego quotidiano ma in grado di offrire prestazioni interessanti grazie a un motore a quattro cilindri in linea reattivo e sfruttabile in tutto l’arco di erogazione.
La strumentazione è stata studiata con piglio sportivo, e comprende un contagiri analogico di facile lettura posizionato sulla destra ed un display digitale multifunzione con tachimetro sulla sinistra. Il display ha una retroilluminazione bianca con la lancetta del contagiri luminescente,per migliorare la visibilità durante la guida notturna. Il prezzo della nuova XJ6 SP è di 5790 euro.

La Yamaha XJ6 per le nuove patenti A2
La Casa giapponese ha approntato un kit grazie al quale è possibile depotenziare tutte le versioni 2013 della sua naked XJ6. Il kit Il kit è sostanzialmente composto da una piastra appositamente studiata per questo modello e certificata TUV da fissare con due viti al corpo farfallato che limita l’apertura della farfalla dell’iniezione, in modo da limitare i kW a 35 far rientrare così il propulsore nella norma relativa alle patenti A2.
Il prezzo della trasformazione non è stato comunicato in quanto suscettibile di variazioni in base alla provincia di residenza (e quindi i costi da sostenere in motorizzazione) ma si preannuncia limitato. Il consiglio è quello di rivolgersi presso la concessionaria Yamaha di fiducia per ottenere un preventivo di spesa.

ARTICOLI CORRELATI