USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Yamaha XV950 Yard Built Pure Sport: evoluzione della specie

Prendete una cruiser, innamoratevi del suo motore e immaginatevi di trasformarla in una affascinante moto sportiva anni '80. Fatto? Ora aprite gli occhi e guardate il risultato...

Cosa hanno in comune una sportiva anni ’80 come la Yamaha FZ750 e una cruiser moderna come la Yamaha XV950?
Niente, anzi, quasi tutto… non siamo diventati matti, però chi è matto davvero (in senso buono, ovviamente) sono i “ragazzi” di LowRide, che dopo aver girato in lungo e in largo con la Yamaha XV950 ed essersi innamorati del suo motore e delle sue prestazioni hanno pensato: peccato che non sia una sportiva… Così hanno deciso di costruirsela, la sportiva, lasciando inalterati motore, ciclistica ed elettronica hanno ribaltato la posizione di guida, sportiva ma non esasperata e regolabile, aggiunto una carena fatta a mano su misura con il codone, modificate pedane e sella ed ecco a voi la sportiva con anima cruiser. O la cruiser con vestito sportivo… insomma, qualcosa di realmente unico.
Così racconta questo progetto Danilo Seclì, responsabile marketing di LowRide e leader del progetto: “La nostra ‘creatura’ è curata nei minimi particolari ed è stata pensata per essere esposta nei principali Saloni custom, ma al tempo stesso desideravamo che la nostra special concedesse al pilota di viaggiare anche con il passeggero, partecipando a meeting e raduni in tutt’Italia davvero ‘on the road’. La nostra linea è quella di proporre idee realmente replicabili senza sforzi immani e speriamo che la Yard Built XV950 Pure Sports possa stimolare chi vive nella scena custom a cerca nuove alternative.
Tra i modelli più emblematici di Yamaha abbiamo individuato nella mitica FZ750 la degna rappresentante di un’intera epoca, uno spirito sempre attuale, un modo di intendere le due ruote ancora vivo e vegeto. Trent’anni fa non si era mai vista una 750 cc di serie capace di sfiorare i 250 km orari; e la cosa incredibile è che lo faceva in scioltezza, con buona protezione aerodinamica e una posizione di guida sportiva ma non esasperata, ottima anche per i tragitti più lunghi. Oggi la velocità pura e le sfide all’ultima staccata sono giustamente riservate ai circuiti, ma la moto resta un mezzo poetico ed evocativo, carico di emozioni e suggestioni specie se arricchito dal fascino artigianale. Ognuno ha in mente la sua street racer ideale; questa è la nostra, nasce per divertirsi e distinguersi senza rinunciare alla sicurezza in ogni circostanza e alla qualità industriale di una Yamaha odierna…”

Articoli più letti
RUOTE IN RETE