F1 2019: Antonio Giovinazzi conclude la seconda giornata di test Pirelli al Red Bull Ring

Il pilota di Martina Franca ha portato a termine le prove sperimentali delle prossime gomme Pirelli P Zero che vedremo nella prossima stagione

Dopo Marcus Ericsson… ecco il nostro Giovinazzi! Terminato il GP d’Austria, il circuito del Red Bull Ring è rimasto in attività per un altro paio di giornate, nelle quali il team Alfa Romeo Racing ha portato avanti lo sviluppo delle prossime gomme P Zero che vedremo sulle monoposto di Formula 1 del prossimo anno. La Pirelli ha chiesto la collaborazione della Casa del Biscione, che ha risposto presente prima con l’ex ufficiale Marcus Ericsson… e poi con il titolare Antonio Giovinazzi, sceso in pista per terminare il lavoro iniziato dal pilota svedese.

UN TEMPORALE EVITATO DI UN SOFFIO

Nella giornata di ieri Antonio ha iniziato il programma di lavoro della Pirelli già in prima mattinata, utilizzando delle mescole inedite non marchiate. Il pilota pugliese ha poi effettuato delle comparazioni con le gomme dell’attuale gamma 2019, raccogliendo dati utili che verranno prossimamente diffusi anche agli altri nove team impegnati nella massima serie automobilistica. Nello specifico, Giovinazzi ha messo insieme 110 giri e ha completato quanto richiesto giusto prima che un forte temporale ponesse la definitiva parola “fine” sull’attività della Formula 1 nel circuito austriaco. A questo punto non resta che attendere il verdetto della Pirelli su quelle che saranno le scelte per le gomme della stagione 2020…

ARTICOLI CORRELATI