NUOVA
USATA

F1 2019, GP del Messico: Max Verstappen in pole position… a rischio davanti alle Ferrari

Il capitano della Red Bull, Max Verstappen, ha portato in vetta la sua RB15 motorizzata Honda, centrando la sua seconda pole position in carriera. Ma è tutto sotto investigazione

L’anno scorso era stato Daniel Ricciardo a mettere le ali alla Red Bull in qualifica… mentre oggi il poleman di giornata sull’Autodromo Hermanos Rodriguez porta il nome di Max Verstappen. Il capitano del team con base a Milton Keynes ha piazzato la zampata nel momento decisivo, abbassando di un solo millesimo il record della pista che domani ospiterà il GP del Messico.

La prestazione dell’olandese, però, è finita sotto la lente dei giudici della FIA: nell’ultimo run della Q3, infatti, Valtteri Bottas ha esagerato all’ultima curva, la “Peraltada”, finendo con la sua Mercedes contro le barriere di protezione. Questo ha fatto scattare la doppia bandiera gialla che, da regolamento, imponeva a tutti gli altri piloti di rallentare l’andatura. Verstappen, tuttavia, ha migliorato il proprio riferimento cronometrico sostanzialmente ignorando l’avvertimento, il che potrebbe comportare per lui una sanzione in griglia in vista della gara.

LE FERRARI STACCATE

Nonostante un primo settore da rivedere, Max ha messo insieme un 1’14”758 impossibile da raggiungere per i suoi colleghi: i primi a pagare il distacco dal pilota olandese sono stati i due ferraristi, sempre nelle prime posizioni durante il weekend ma, in qualifica, non abbastanza bravi da trovare il guizzo decisivo per mettere le Rosse davanti a tutti.

F1 2019 Messico Sebastian Vettel

Un peccato sia per Charles Leclerc che per Sebastian Vettel, rispettivamente secondo e terzo dietro a Verstappen: sia il monegasco che il tedesco avrebbero potuto fare di più, soprattutto evitare certi errori nel run decisivo che sono costati loro una possibile pole position. Leclerc ha accusato un distacco di quasi tre decimi, diventati quattro per Vettel: l’importante, quindi, sarà fare una bella partenza domani, in modo da mettere subito il sale sulla coda al giovane capitano della Red Bull.

BOTTAS A MURO, HAMILTON SOLO QUARTO

In (apparente) difficoltà, invece, le due Mercedes: Valtteri Bottas non ha mai convinto in questo fine settimana, e quando ha provato a forzare un po’ la mano… eccolo finire a muro, mandando letteralmente in fumo il lavoro dei suoi meccanici. Il finlandese, alla fine, partirà dalla sesta casella della griglia domani, dietro per soli due millesimi alla seconda Red Bull di Alexander Albon.

F1 2019 Messico Valtteri Bottas

Lewis Hamilton, invece, scatterà al fianco di Sebastian Vettel grazie al suo quarto tempo: stavolta il Campione del Mondo in carica non ha impressionato, ma resta il fatto che le Frecce d’Argento si sono distinte in Messico più per il loro passo in ottica gara che per le prestazioni sul giro secco. Saranno loro a mettere il bastone tra le ruote a Verstappen domani?

F1 2019 Messico classifica qualifiche

TAGS:

info ADV

VOLVO XC40
VOLVO XC40

info ADV

NUOVA VOLVO XC60
NUOVA VOLVO XC60

info ADV

NUOVA VOLVO V60
NUOVA VOLVO V60

mobile ADV

VOLVO XC40
VOLVO XC40

mobile ADV

NUOVA VOLVO XC60
NUOVA VOLVO XC60

mobile ADV

NUOVA VOLVO V60
NUOVA VOLVO V60
ARTICOLI CORRELATI