F1 2019 GP di Gran Bretagna: Bottas il più veloce nelle libere di Silverstone, la Ferrari terza con Leclerc

Valtteri Bottas ha centrato il miglior tempo nelle libere del GP di Gran Bretagna, precedendo Hamilton ed entrambe le Ferrari di Leclerc e Vettel, alle prese con una SF90 sofferente per il graining

Due Mercedes davanti a tutti. Dopo le difficoltà incontrate sul Red Bull Ring austriaco a causa dell’aria rarefatta, le Frecce d’Argento sono tornate a splendere e si sono imposte nel venerdì di libere del weekend che domenica darà il via al GP di Gran Bretagna, prossimo round del Mondiale di F1 2019. Sul circuito di Silverstone le W10 EQ Power+ si sono trovate decisamente a proprio agio, permettendo ad entrambi i piloti della Mercedes di esprimere il proprio potenziale. Alla fine, però, è stato Valtteri Bottas ad avere la meglio su Lewis Hamilton, anche se per soli 69 millesimi: il finlandese ha fermato il cronometro sull’1’26”732, precedendo di un soffio il Campione del Mondo in carica e staccando di 2 decimi la prima delle Ferrari, la numero 16 di Charles Leclerc.

SULLA PISTA DI CASA

Per il reparto corse di Brackley Silverstone è la pista di casa, dove l’obiettivo è centrare domenica l’ennesima doppietta. Ed anche se non sono stati portati aggiornamenti importanti per la monoposto inglese (arriveranno in Germania, ad Hockenheim), le W10 EQ Power+ hanno mostrato una superiorità inavvicinabile per chiunque. In particolare sul passo gara, come dimostrato da più giri consecutivi di Hamilton sull’1’30” alto, un tempo che nessuno è riuscito a replicare durante le FP2 pomeridiane. Ma anche in modalità time attack le Mercedes fanno paura: Bottas è stato il più veloce del venerdì con gomma media, facendo addirittura meglio del Campione del Mondo in carica che l’ha seguito con gomma Soft. Insomma, se il buongiorno si vede dal mattino…

PERICOLO GRAINING

Le Ferrari, invece, non hanno entusiasmato: sull’asfalto nuovo di Silverstone le SF90 costruite a Maranello hanno sofferto il problema del graining quando Leclerc e Vettel si sono dedicati alla simulazione sul passo gara, il che sarà un fattore da tenere a mente sia domani, in qualifica, che domenica in gara. Storicamente la pista inglese non è tanto gentile in fatto di usura dei pneumatici, ma la scarsa aderenza a cui sono andati incontro i due piloti in Rosso dopo pochi giri è un chiaro segnale di quanto la Scuderia del Cavallino Rampante dovrà lavorare per essere competitiva in vista del Gran Premio inglese. In ogni caso, Leclerc si è fatto portabandiera della Ferrari in questo venerdì, centrando il terzo tempo con due decimi da recuperare su Bottas, mentre Vettel è staccato di quasi mezzo secondo in quarta posizione virtuale.

RED BULL CONTRO McLAREN

Con il quinto tempo troviamo la migliore delle Red Bull di Pierre Gasly, già ottimo stamattina per aver fatto segnare il miglior crono di sessione. Dopo le poco convincenti prestazioni ottenute nelle ultime gare, il pilota francese vuole mandare un chiaro segnale al suo team ed oggi ci è riuscito, mettendosi dietro non solo il compagno di squadra Verstappen (settimo), ma anche entrambe le McLaren di Norris (sesto) e di Sainz, ottavo davanti alla Toro Rosso di Albon e alla Racing Point di Perez. In alto mare, invece, le Alfa Romeo, con Kimi Raikkonen 13esimo e il nostro Antonio Giovinazzi solamente 17esimo: per lui si prospetta un weekend tutto in salita…

TAGS:
ARTICOLI CORRELATI