F1 2019, GP d’Italia: Leclerc si impone nelle prove libere di Monza davanti a Hamilton e Vettel

Charles Leclerc ha portato la sua Ferrari al comando della classifica combinata del venerdì, anticipando la pioggia con un buon 1'20''978

Il weekend del GP d’Italia, appuntamento del Mondiale di F1 2019 che scatterà domenica sull’Autodromo di Monza, è iniziato nel segno di… Charles Leclerc. Il pilota nato a Monaco, forte della sua prima vittoria sul circuito di Spa-Francorchamps, è riuscito a gestire al meglio le condizioni climatiche che si sono abbattute sul circuito brianzolo, con una pioggia che è arrivata a guastare la festa dopo pochi minuti dall’inizio delle FP2. Leclerc ha sorpreso tutti nel time attack con un 1’20”978, diventando l’unico pilota a scendere sotto il muro dell’1’21”. Un riferimento grazie al quale si è messo dietro il Campione del Mondo in carica Lewis Hamilton e il compagno di squadra Sebastian Vettel, che ha pagato un distacco di due decimi.

PIOGGIA PROTAGONISTA

Il venerdì di libere a Monza è stato costantemente segnato da un maltempo che ha infastidito e rallentato il lavoro di team e piloti del Circus iridato: soprattutto nelle FP1, quando la pioggia ha praticamente stravolto non solo i programmi degli addetti ai lavori, ma anche la classifica… con ben due McLaren all’inseguimento di Charles Leclerc! Nel turno mattutino, inoltre, le difficoltà in fatto di scarso grip in pista non sono mancate: Kimi Raikkonen è finito a muro in Parabolica, mentre Sergio Perez e Pierre Gasly sono stati gli sfortunati autori di un paio di testacoda rispettivamente alla Variante Ascari e in Prima Variante.

Nelle FP2 la situazione è migliorata… anche se di poco: la pioggia è tornata ben presto protagonista limitando gli affinamenti di setup in vista delle qualifiche e garantendo a tutti i piloti di girare su tempi molto più alti rispetto a quelli della passata stagione. Questo, tuttavia, non ha fermato Charles Leclerc dal costruire la fiducia necessaria nel trovare il passo ideale in vista della gara di domenica, che potrebbe ripresentare le stesse condizioni intermedie affrontate al termine di questo venerdì di libere.

FERRARI CONTRO MERCEDES… E RED BULL

Da quanto visto in questo primo giorno di azione a Monza, la Ferrari sembra aver ancora nel taschino quel “qualcosa in più” per battere le Frecce d’Argento: Leclerc ha infatti preceduto Hamilton, il quale ha pagato 68 millesimi nel suo tentativo di “time attack” sfruttando l’ultima mezz’ora disponibile al termine della sessione, quando la pioggia ha ridotto leggermente la sua intensità. Dietro di lui troviamo la seconda SF90 di Sebastian Vettel, staccato di due decimi e ben più veloce della Mercedes di Valtteri Bottas: il finlandese ha beccato 369 millesimi da Leclerc, con in scia la Red Bull di un Max Verstappen che, purtroppo, domenica sarà costretto a scattare dal fondo dello schieramento.

Il reparto corse di Milton Keynes può comunque gioire grazie alla prestazione del thailandese Alexander Albon, ottimo sesto davanti all’ex padrone della seconda RB15 che ora, invece, ha il compito di tenere alto l’onore della nostra Scuderia Toro Rosso: Pierre Gasly è riuscito infatti ad artigliare un interessante settimo tempo, davanti alla Haas di Romain Grosjean, alla Renault di Daniel Ricciardo… ma soprattutto davanti alla monoposto gemella affidata al compagno di squadra Daniil Kvyat. Una cosa è certa: il pilota francese farà di tutto d’ora in avanti pur di far ricredere i vertici della Red Bull e riconquistare il suo posto nella squadra di punta!

FOTO PER GENTILE CONCESSIONE DI LUCA CLERICI

TAGS:
ARTICOLI CORRELATI