USATA
cerca auto nuove
NUOVA

F1 2020: la Ferrari parte in direzione Melbourne, confermato il GP d’Australia

Nonostante la dilagante epidemia del Coronavirus, la Scuderia Ferrari ha ricevuto l'ok per partire verso il GP d'Australia, che aprirà le danze del Mondiale di F1 2020

La passione e la voglia di correre alla fine ha prevalso: la prima tappa del Mondiale di Formula 1 2020, il GP d’Australia che segnerà l’inizio della nuova stagione agonistica in questo fine settimana dal 12 al 15 marzo, è stato confermato e verrà disputato sul circuito Albert Park di Melbourne. Una decisione coraggiosa vista l’attuale situazione mondiale che è segnata dalla dilagante epidemia del coronavirus, che al contrario ha “azzoppato” la MotoGP impedendo alla massima serie motociclistica di partecipare allo scorso GP del Qatar.

La FIA, con la sua unità di valutazione anti-crisi volta ad accertare la fattibilità di ogni singola tappa del Mondiale di F1 2020, ha voluto gettare il cuore oltre l’ostacolo e prendersi i propri rischi: “Al momento è una sfida per tutti noi – ha commentato Ross Brawn, managing director del Circus iridato L’obiettivo è mantenere la F1 il più possibile sicura: il coronavirus rappresenta una minaccia molto seria e dobbiamo prendere le giuste precauzioni. I team, per esempio, stanno riducendo al minimo il loro personale impiegato sul posto. Le prime tre gare del 2020 si faranno, ma tutto può ancora cambiare“.

Scuderia Ferrari F1 2020 GP Australia Melbourne Albert Park

FERRARI PRONTA A PARTIRE, BAHRAIN A PORTE CHIUSE

Nonostante il Decreto Governativo di blindare la “zona rossa” della Lombardia e di altre 14 province di Marche, Piemonte ed Emilia-Romagna, la buona notizia per tutti gli appassionati della Formula 1 sta nel fatto che la Scuderia Ferrari, con sede a Maranello in provincia di Modena, ha ricevuto l’ok per partire verso la prima tappa del Mondiale 2020. Lo staff che sarà presente a Melbourne, tuttavia, sarà in numero ridotto, alla pari di quello dell’Alpha Tauri, in partenza da Faenza, e della Haas, che invece ha la sua base presso la Dallara di Varano de’ Melegari.

Il GP d’Australia, invece, sarà da considerarsi un evento sportivo aperto a tutti: la possibilità di essere disputato a “porte chiuse”, infatti, è stata scartata dall’organizzatore del Gran Premio, Andrew Westacott, il quale ha anche affermato che “dobbiamo fare le cose in maniera ragionevole, continuando con la nostra vita, ma prendendo le precauzioni necessarie“. Sulla stessa linea il responsabile medico del governo australiano, Brendan Murphy:Si è parlato molto degli uomini della Ferrari, ma tutte le persone che ne fanno parte sono state accuratamente esaminate. Al momento non ci sono prove di contagio nella comunità della Victoria, quindi non penso che ci sia un rischio per il Gran Premio“.

Diametralmente opposta, invece, la scelta operata dagli organizzatori del GP del Bahrain, il secondo appuntamento del Mondiale di F1 2020 previsto per il weekend 20-22 marzo:Dopo una consultazione con i nostri partner internazionali e con la Task Force nazionale per la salute del Regno, il Bahrain ha deciso di organizzare l’evento come riservato ai soli partecipanti – queste le parole del comunicato stampa ufficiale – Vista la grande diffusione del Coronavirus, vogliamo garantire il massimo livello di sicurezza e di salute per addetti ai lavori e tifosi: il GP, quindi, continuerà come un grande evento televisivo“.

 

Scuderia Ferrari F1 2020 GP Australia Melbourne Albert Park

TAGS:
RUOTE IN RETE