USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Formula1 2011: tutte le statistiche Pirelli della stagione di Formula 1 2011

Si è appena conclusa la stagione 2011 del campionato di Formula 1, dominato da Sebastian Vettel e dalla Red Bull. Ma un ruolo importante l'ha avuto anche Pirelli al suo ritorno in F1 come fornitore unico dei pneumatici

Formula 1 2011: tra Sebastian Vettel e Red Bull spunta Pirelli
Si è conclusa con il GP del Brasile nel circuito di Interlagos a San Paolo la stagione 2011 di Formula 1. Unici i protagonisti, o meglio i dominatori, di quest’annata: Sebastian Vettel e la Red Bull.
Il pilota tedesco ha confermato il suo talento bissando il successo dell’anno scorso diventando il più giovane pilota di Formula 1 a vincere due titoli mondiali. Primato rinforzato dal fatto di essere anche il più giovane ad averli vinti di fila.
Vettel ha chiuso la classifica piloti 2011 con 122 punti di vantaggio sul pilota inglese Jenson Button, su McLaren
Anche la scuderia austriaca replica il successo nella classifica costruttori 2011 staccando la McLaren di 153 punti.
Ma la stagione di Formula1 2011 non ha visto solo il dominio del binomio Vettel/Red Bull: infatti un ruolo da protagonista l’ha avuto anche la Pirelli, che quest’anno è tornata in F1 come fornitore unico dei pneumatici dopo una essenza di 19 anni (la casa milanese infatti si era ritirata dalle corse nel 1992).

Dati statistici di  Pirelli in Formula1
Pirelli subito dopo la fine della stagione 2011 di Formula1 stila il suo report con i dati statistici del campionato.
Il calendario 2011 di Formula 1 si è articolato in 19 gare, da quella inaugurale di Merlbourne per il GP di Australia alla chiusura di domenica a San Paolo per il GP del Brasile nel circuito di Interlagos.
In tutta la stagione, tra gare e test, Pirelli ha fornito 34.600 pneumatici, dei quali 28.600 da gara e 6.000 per i test. Quelli da gara sono stati così utilizzati dalle scuderie: 24.000 gomme dure, 4.600 morbide. Tutti i 34.600 pneumatici forniti sono stati poi riciclati.
Sono stati depositati 10.200 chili di gomma in tutti i circuiti del circus.
È stato inoltre calcolata la durata media di uno pneumatico dry durante la stagione: 120 chilometri.
Nel 2011, sono stati percorsi 307.657 km complessivi da tutte le mescole P Zero.

Influenza dei circuiti sui pneumatici Pirelli
I circuiti che sottopongono a maggiore stress lo pneumatico per chilometro (forza laterale, frenata, trazione, ecc) sono quelli di Barcellona e di Suzuka, mentre quello che esercita uno stress minore è quello di Monza.
Quello di Istanbul si è rivelato il circuito con maggiore input continuo cui è sottoposto uno pneumatico (Curva 8), mentre il cittadino di Montreal quello con le curve più “facili” in termini di pneumatici.
Il gran premio più lungo dell’anno è stato il GP del Canada, corso in 4h, 4′, 39”.537 mentre il più corto il GP d’Italia a Monza con 1h, 20’46”.272.
Sebastian Vettel, nemmeno da dirlo, è il pilota che ha percorso più giri al comando e Sergio Perez il pilota che ha raggiunto la velocità massima più alta da uno pneumatico P Zero F1: il messicano della Sauber ha toccato infatti i 349,2 km/h durante le qualifiche del GP d’Italia a Monza.
Nella stagione 2011 sono stati battuti 11 giri record nelle pole positione e 2 durante le gare.

Statistiche pit stop Pirelli
Sono stati effettuati 1.111 pit stop, di cui 22  Drive Through e 4 penalità stop-go, con una media di 58,4 soste per gara, ovvero 2,25 per pilota.
Il maggior numero di pitstop in una singola gara si è verificato al GP di Ungheria: 88, di cui 3 Drive Through. Al contrario, al GP d’Italia ne sono stati effettuati solo 35.
Il pitstop più veloce è stato quello della Mercedes GP durante il Gran Premio della Cina: solo 2,82 secondi.

Altri numeri interessanti di Pirelli
Il tempo medio impiegato da un fitter Pirelli per preparare uno pneumatico P Zero Formula Uno partendo da zero è di 2’30”. Sebastian Vettel ha impiegato 5’13”.
La pista più fredda su cui hanno girato gli pneumatici Pirelli P Zero è stata quella del Gran Premio di Germania, con 13°. Il record assoluto è stato registrato durante i test invernali a Valencia, con 6°.
La pista più calda/temperatura asfalto su cui hanno girato gli pneumatici Pirelli P Zero invece è stata quella di Abu Dhabi con 43°. Il record assoluto nei test giovani piloti ad Abu Dhabi, con 49°.

L’impegno di Pirelli nella stagione 2011 di F1
Per ogni gran premio erano presenti 52 persone dello staff Pirelli., per un totale di 10 nazionalità e 14 lingue parlate.
Sono state necessarie 10 ore per montare la struttura della hospitality Pirelli in Europa, ed 8 per smontarla. Le persone impegnate in queste operazioni sono state 6.
28.612 sono stati i pasti serviti nell’hospitality Pirelli Formula Uno (inclusi test), 43.250 i caffè espressi e 1.220 i chili di pasta cucinati dallo chef Pirelli durante la stagione.
12 sono stati i  truck Pirelli alle gare europee, i quali hanno percorso un totale di 925.326 km.
Paul Hembery, responsabile F1 Pirelli, è stato intervistato per un totale di 61 ore e 25 minuti.
Curiosità: il Bristol City, squadra di calcio del cuore di Paul, ha segnato la bellezza di 18 goal durante la stagione 2011 di Formula 1.

Pirelli in Formula 1 in generale (dal 1950)
Pirelli finora ha disputato 222 gare in F1, conquistando 63 vittorie e 66 pole position, 196 podi e registrando 70 giri veloci.

TAGS:
RUOTE IN RETE