Jacque Villeneuve sulla Ferrari 312 T4 dopo 30 anni

L'8 maggio a Maranello l'ex campione del mondo di F1 Jacque Villeneuve guiderà la “Sogliola” o “Ciabatta”, l'auto del padre, Gilles Villeneuve, nella commemorazione dei 30 anni della morte

Zolder 8 maggio 1982 – Maranello 8 maggio 2012
L’8 maggio 1982 a Zolder moriva uno dei più spettacolari piloti di F1, forse il preferito di Enzo Ferrari: Gilles Villeneuve. Il drive canadese morì in seguito ad un incidente durante le qualifiche del GP del Belgio.
Quest’anno si ricorda il trentennale della scomparsa e, per ricordarlo, la Ferrari ha pensato di ricongiungere almeno per un giorno il binomio Villeneuve-Ferrari: l’8 maggio 2012 infatti Jacque Villeneuve, figlio di Gilles e campione del mondo F1 sulla Williams nel 1997, guiderà la Ferrari 312 T4, soprannominata anche “Sogliola” o “Ciabatta” per la sua forma bassa e larga, che il padre guidò insieme a Jody Scheckter nel 1979. In quella stagione la Ferrari vinse il mondiale costruttori e Scheckter divenne campione del mondo mentre Gilles Villeneuve arrivò secondo con lo stesso numero di vittorie, tre, del compagno.

Il ricordo di Gilles Villeneuve
Quest’anno ricorre il trentesimo anniversario della scomparsa di Gilles Villeneuve. Il suo ricordo resta ancora vivo e intenso nella memoria di tanti a Maranello: il talento, la velocità, il coraggio al limite della temerarietà rendono il suo nome ancora straordinariamente popolare fra i nostri tifosi, anche fra i più giovani che hanno avuto la possibilità soltanto di vedere le sue corse registrate o leggerne le imprese attraverso le cronache dei giornalisti.
La Ferrari ha deciso di commemorare questa ricorrenza in maniera speciale, ricongiungendo i due nomi, Ferrari e Villeneuve, nel loro ambiente naturale: la pista. Sarà l’occasione per rievocare la figura di un pilota ma, soprattutto, di un uomo che ha trovato un posto d’onore nella storia della Ferrari e di tutti gli appassionati di F1.

ARTICOLI CORRELATI
RUOTE IN RETE