newsletter


Pubblicato il: 10/07/2012

Pressione pneumatici, troppo bassa per il 63% degli automobilisti

Una ricerca condotta da Bridgestone su 46.000 automobili rivela come la maggioranza delle auto non circoli con la giusta pressione degli pneumatici, che risultanto sgonfi con conseguenti sprechi di carburante e maggiori emissioni di CO2

Pneumatici sgonfi per il 63% degli automobilisti europei
Nonostante la campagne di sensibilizzazione e i controlli gratuiti che si possono effettuare dal gommista di fiducia, esiste in Europa un problema di pressione degli pneumatici, dato che secondo una ricerca Bridgestone almeno il 63% degli automobilisti viaggia in media con le gomme sgonfie. La Casa giapponese ha calcolato che quest’abitudine causa un equivalente annuo di 3,1 miliardi di litri di carburante sprecato, pari a 5 miliardi di euro e a 7,4 milioni di tonnellate in più di emissioni superflue di CO2 (l'equivalente di 2,7 g/km di CO2 all'anno per ogni vettura in circolazione sulle strade d’Europa). Tutto questo proprio ora, che il prezzo del carburante ci costringe a rinunciare ad utilizzare l'auto.

"Come negli anni precedenti, i risultati indicano che la maggioranza degli automobilisti non è consapevole dei danni e dei costi ambientali dovuti alla cattiva manutenzione dei pneumatici”, afferma Tom Fukuda, Senior Vice-President, Sales and Marketing, Bridgestone Europe.

I risultati
I controlli di sicurezza sono stati condotti da Bridgestone su oltre 180.000 pneumatici nei centri commerciali e parcheggi pubblici. L'analisi dei risultati dimostra che il 17,5% degli automobilisti viaggia con pneumatici ad una pressione molto bassa (almeno 0,5 bar al di sotto della pressione consigliata dal costruttore del veicolo) e che il 4,3% mette ad alto rischio la propria sicurezza a causa di pneumatici a pressione pericolosamente bassa (almeno 0,75 bar al di sotto della pressione consigliata).

 

Il messaggio di Bridgestone è chiaro: se scegliete l’auto come mezzo di trasporto per le vacanze, come prima cosa, accertatevi di aver controllato lo stato dei vostri pneumatici. Fatelo per la vostra sicurezza, il vostro budget e l’ambiente! Basterà seguire alcuni semplici accorgimenti che Bridgestone consiglia per il periodo estivo:

Alcuni preziosi consigli prima di partire per le vacanze estive
Controllare la pressione dei pneumatici: i livelli di pressione corretti sono riportati nel manuale di uso e manutenzione del veicolo e anche sotto lo sportello del tappo del carburante o all’interno della portiera. Ricordate di verificare la pressione quando i pneumatici sono freddi e che la pressione deve essere maggiore quando si trasportano passeggeri o carichi pesanti. 

Verificare lo spessore del battistrada: Bridgestone raccomanda di mantenere uno spessore minimo di 3mm. Per qualsiasi dubbio, segno di danno o usura sul battistrada è opportuno recarsi immediatamente dal proprio rivenditore. 

Se si trasporta un caravan, controllare anche i pneumatici di quest’ultimo: specialmente se il caravan è usato saltuariamente. I pneumatici per caravan devono garantire la stabilità nonostante la forza esercitata dal vento, perciò sono disegnati per sopportare una capacità di carico superiore e una maggiore resistenza alle forze laterali. Ecco perché non bisogna equipaggiare il caravan con pneumatici vettura. Inoltre, i pneumatici per caravan devono essere sostituiti una volta ogni 10 anni circa, anche nel caso in cui non sembrino usurati. Un ultimo suggerimento: sistemare i carichi sul caravan con attenzione. Caricare eccessivamente un traino è un comportamento illegale e molto pericoloso.

 

Bridgestone : 0 su 5 basata su 0 voti.
Altri articoli Bridgestone
Commenta l'Articolo
Cerchi qualche altro articolo?
Prezzi
  • Listino Nuovo
  • Quotazioni Usato
Torna su

Chi siamo | Redazione | Advertising | Rassegna Stampa | Statistiche | Scrivi alla Redazione | Partners | Disclaimer | Auto usate | Mappa del Sito

Tutto il materiale contenuto in Infomotori ® (Caval Editrice srl - P.IVA 03005520246) è soggetto alle leggi sul Copyright ©.

Content Caval Service Group - Founded by Ivana Gabriella Cenci and Carlo Valente