USATA
cerca auto nuove
NUOVA

A Detroit nascerà il parcheggio dove le auto troveranno posto da sole

Si chiama Detroit Smart Parking Lab ed è un laboratorio creato in collaborazione con Ford nel quale testare le ultime tecnologie di parcheggio automatizzato

Quanto sarebbe bello (e utile) che le nostre automobili potessero lasciarci liberi di proseguire nei nostri impegni quotidiani prendendosi la briga di trovare parcheggio da sole? Un sogno che potrebbe diventare presto realtà grazie ai test e alle simulazioni del Detroit Smart Parking Lab (DSPL), un laboratorio che a settembre aprirà i battenti nella cittadina statunitense grazie alla collaborazione tra lo Stato del Michigan e alcuni partner dal calibro di Ford, Bedrock e Bosch.

Il suo scopo? Quello di studiare le tecnologie e le soluzioni utili per consentire a un veicolo di trovare parcheggio in autonomia, quindi senza alcun input da parte del guidatore: secondo gli ultimi protocolli, quest’ultimo dovrà lasciare il proprio mezzo in un’area designata del DSPL per poi utilizzare un’app specifica con la quale attivare la procedura automatica per la ricerca di uno stallo di sosta.

Parcheggio auto

L’intera operazione potrà arrivare a compimento senza alcun pericolo per gli altri utenti della strada, dal momento che la stessa automobile sfrutterà la tecnologia V2L (Vehicle-to-Infrastructure) con tanto di sensori per riconoscere la presenza vicino a sè di pedoni, ciclisti oppure altri veicoli. La curiosità per questo progetto è talmente alta che anche la società di noleggio Enterprise ha deciso di dare il proprio contributo, attivando a sua volta la sperimentazione del parcheggio automatico sulla propria flotta di mezzi. In questo caso la volontà è quella di estendere ulteriormente le funzionalità introdotte con il DSPL, consentendo a una vettura noleggiata a fine servizio di avviarsi autonomamente verso il deposito oppure di avvicinarsi alle colonnine di ricarica in modo da essere pronta per la corsa successiva.

Trovare parcheggio negli ambienti urbani può rappresentare fino al 30% del traffico e delle emissioni – ha affermato Heather Wilberger, Chief Information Officer di Bedrock – In qualità di più grande sviluppatore immobiliare della città, queste collaborazioni e programmi ci consentono di sviluppare, testare e implementare tecnologie di parcheggio avanzate per aiutare a ridurre i tempi di ricerca e le emissioni, contribuendo a promuovere i vantaggi della sostenibilità in tutto il nostro portafoglio“.

Parcheggio auto

Articoli più letti
RUOTE IN RETE