Alfa Romeo cambia logo: addio allo storico Biscione

Lo ha deciso, con un colpo di mano, il nuovo Amministratore Delegato Mike Manley: Alfa Romeo cambierà logo per incontrare le nuove tendenze del design

ATTENZIONE: Abbiamo scritto questo articolo per il primo d’aprile! Speriamo che vi siate divertiti almeno la metà di noi e di avervi regalato qualche risata in un lunedì come tanti. Pensate che c’è chi, come il sito di Dario Facci, ci ha creduto al punto da riprendere la notizia! Il Marchio del Biscione rimarrà così, iconico e distintivo come è sempre stato.

Verrà presentato durante la Milano Design Week presso Garage Italia il nuovo logo di Alfa Romeo, che rinuncia allo storico “Biscione” sullo stemma in favore di uno squalo antartico d’onice. Il logo manterrà la bandiera di Milano alla sua sinistra, ma sulla destra verrà impresso il predatore marino per eccellenza perché l’elettrificazione della gamma deve passare anche per la pulizia degli oceani, una riqualificazione ambientale che non parta semplicemente dal cittadino ma che possa in qualche modo coinvolgere le aziende in una presa di coscienza a sostegno della battaglia ambientalista portata avanti da anni dalla Sea Shepard della quale Alfa Romeo è main partner già dalla Water Series 2012 su idrovolante, ovviamente senza dimenticare il mondo in cui viviamo.

Nuovo logo Alfa Romeo

“Siamo molto orgogliosi di questo nuovo logo” ha dichiarato A. Marancuja, Water Decompression Director dell’area EMEA del brand “Abbiamo voluto raccontare l’unione che da sempre lega questo marchio così importante con la storia dei paesi del pacifico. Lo squalo è conosciuto per essere un pesce instancabile, capace di varcare i sette mari senza mai arrendersi alle eventuali caratteristiche intrinseche alla manta d’onice dalla quale proviene.”

Parole dure che non lasciano scampo ad interpretazioni quindi, sempre fermo restando che l’attuazione di una cellula d’onice, vero e proprio fulcro del cambio di marchio, vedrà sostituire le più prestigiose varianti Quadrifoglio con più consone wakame, celebri alghe giapponesi pensate per ridurre gli sprechi e massimizzare le attenzioni degli appassionati ad uno spettacolo di alto livello anche quando ci si aspetta una vera riclassificazione della fauna marina. La versione più “hot” dei futuri modelli del brand sarà contraddistinta dall’allestimento wasabi d’okuto.

ARTICOLI CORRELATI