USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Alfa Romeo Pandion Concept by Bertone

L'Alfa Romeo da sogno Pandion, una concept car in prima mondiale assoluta che sintetizza la visione lungimirante di Mike Robinson

Pandion è la nuova concept car presentata da Bertone al Salone dell’Automobile a Ginevra 2010, un omaggio ai cento anni del marchio Alfa Romeo. Bertone, ritornato dopo due anni di assenza, ha espresso in questo modello la sua più recente visione dell’auto, dalla raffinata estetica a un forte carattere dei particolari.  La firma Bertone è subito ben rappresentata dall’apertura delle porte ad elitra inversa incernierate sui mozzi posteriori. Il motore ad 8 cilindri da 4,7 litri e 450 CV sintetizza la prima uscita pubblica di Mike Robinson, nuovo Direttore dello Stile e del Brand Bertone. 

L’equilibrio di Pandion si mostra palese nel frame/skin: il corpo della vettura distribuito con eleganza lungo una colonna vertebrale si inserisce nell’abitacolo attraverso un rapporto privilegiato con la pelle esterna. Il lungo e scultoreo cofano, classico elemento distintivo di Alfa Romeo, non deve lasciare dubbi, quasi a voler proiettare soltanto in avanti nel tempo; non c’è spazio per il retrò design, qui tutto è futuro, dal semplice dettaglio alle strutture più evidenti. Raffinati i gruppi ottici infossati nelle due fenditure che amplificano il taglio orizzontale del cofano. Due proiettori fendinebbia accompagnano le prese d’aria orizzontali che rivelano la calandra, aperta sul vertice inferiore, elemento che richiama l’identità storica di Alfa Romeo.

Non sia equivocata la splendida eleganza, Pandion si presenta come una sportiva pura, con l’abitacolo spinto verso il volume di coda e il lungo cofano che sposta avanti il baricentro ottico della vettura. Il frame/skin trova la sua dimensione più efficace nei tre scudi bianchi in contrasto con il grigio antracite opaco della struttura che definiscono il volume posteriore e nei parafanghi mobili che si alzano verso il padiglione quando s’aprono le porte.  Il design concentra in sé un sistema complesso, lontano dalla linearità, ne sono un esempio i sedili anteriori, eccezionalmente sottili e di forte impatto visivo, un minimalismo funzionale alla resistenza e alla flessibilità.

Trova l’alter ego
in 20 secondi con IS 250C

TUTTO SU Alfa Romeo
Articoli più letti
RUOTE IN RETE