Alfa Romeo Sport Coupé by Grigory Bars

Le sportive di casa Alfa Romeo sono amate in tutto il mondo: uno studente dell'università di San Pietroburgo propone la sua interpretazione di granturismo Alfa, in equilibrio tra design classico e modernità

Alfa Romeo Sport Coupé by Grigory Bars: proporzioni estreme e coda retrò
Il talentuoso studente di design Grigory Bars propone la sua interpretazione su un tema molto popolare, ovvero le supercar Alfa Romeo. Il progetto è solo uno studio di stile, e non ha un nome preciso la chiameremo Alfa Romeo Sport Coupé. A colpire l’occhio è innanzi tutto la ridotta altezza della vettura, con linea di cintura altissima e finestrini a dir poco rastremati. La zina più originale della vettura è sicuramente il muso, forte di uno scudetto Alfa posto in evidenza alla fine di una ideale “V” che attraversa tutto il cofano grazie a profonde nervature.

I passaruota anterori sono sovrastati da marcate bombature che ricordano da vicino il look della leggendaria Mercedes 300SL Gullwing. La coda della vettura invece attinge a piene mani da un classico del design Alfa Romeo: la meravigliosa 33 Stradale, prototipo per le corse endurance immatricolato in pochissimi esemplari per l’uso stradale.

La base meccanica dell’Alfa Romeo Sport Coupé potrebbe derivare dall’Alfa Romeo 8C
Come si evince dai bozzetti, l’Alfa Romeo Sport Coupé immaginata da Grigory Bars è una vera e propria supercar. Dimensioni generose, due posti secchi, un immenso cofano motore, trazione posteriore sono tra le caratteristiche di questa proposta stilistica. Sotto il cofano dell’Alfa Sport Coupé imaginiamo un motore assai generoso, magari proprio il V8 dell’Alfa Romeo 8C Competizione riveduto e corretto per erogare una potenza prossima ai 500 cavalli.

Come già accennato precedentemente la trazione potrebbe essere posteriore o magari (sognare non costa nulla) integrale dal temperamento sportivo come quella che caratterizza la Ferrari FF, prima 4WD di Maranello.

ARTICOLI CORRELATI