Apollo Arrow

Dopo la disfatta di Gumpert, nasce Apollo Automobil che propone la supercar Arrow: 4.0 V8 biturbo da 360 km/h.

Nel 2013, il marchio Gumpert è fallito, ma in seguito è rinato sotto il nome di Apollo Automobil. Con il contributo della cinese Ideal Team Venture, i tedeschi hanno portato al Salone di Ginevra la Apollo N (ex Gumpert Apollo) e la nuova Apollo Arrow. Questa supercar è dotata di un propulsore 4.0 V8 biturbo Audi che sprigiona 1.000 CV e 1.000 Nm di coppia, con una velocità di 360 km/h. Il motore posizionato centralmente, è uno sviluppo del V8 biturbo dell’Audi RS Avant. La Arrow è fornita di cambio sequenziale a 7 marce CIMA e di un differenziale autobloccante Torsen. Il peso è di 1.300 kg e la monoscocca in carbonio. Il design e le linee fanno intuire le doti aerodinamiche e la tenuta.

La vettura è omologata come auto stradale, ma essendo in linea con gli standard FIA, potrebbe essere usata in alcuni campionati. Apollo Arrow effettua il passaggio da 0 a 100 km/h in 2,9 secondi, e da 0 a 200 km/h in 8,8 secondi. Inoltre l’acquirente può personalizzare il cambio, modificando i rapporti, optare per una trasmissione rinforzata S1000 a raffreddamento ottimizzato e il launch control. Altre caratteristiche sono: le portiere ad ali di gabbiano, controllo automatico dell’altezza dell’assetto, sospensioni regolabili, freni AP Racing con dischi ventilati da 378 mm a 6 pistoncini, pneumatici Michelin Pilot Sport Cup 2 e servosterzo elettrico.

ARTICOLI CORRELATI