Apple: guida autonoma sì ma a costi inferiori

L'azienda di Cupertino sarebbe in cerca di sensori più piccoli, economici e più facili da produrre rispetto agli attuali per restare competitiva rispetto ai progetti delle concorrenti

C’è anche Apple nella corsa alla realizzazione dell’automobile a guida autonoma. Secondo quanto trapela dagli Stati Uniti, la compagnia di Cupertino avrebbe avuto degli incontri con quattro aziende fornitrici di sensori per auto autonome e starebbe contemporaneamente lavorando per riuscire a realizzarli in proprio.

Apple accelera verso la guida autonoma

Secondo quanto riferito dell’agenzia di stampa Reuters, che avrebbe come tre persone a conoscenza dei fatti, gli incontri per sono stati incentrati sui sensori di nuova generazione di tipo Lidar, una tecnologia di telerilevamento che misura le distanze usando impulsi laser. Apple sarebbe in cerca di sensori più piccoli, economici e più facili da produrre rispetto agli attuali.

I sistemi Lidar ora esistenti, compresi quelli dell’azienda Velodyne che sono montati sulla flotta di auto di test targata Apple, costano fino a 100mila dollari e sono poco adatti all’uso nella produzione di massa di veicoli (lo stesso tipo di tecnologia sui veicoli Testa sta in un ragno tra i 35.000 e i 50.000 dollari). La scelta di Apple sarebbe, quindi, quella di cercare un sistema rivoluzionario in una gara, è proprio il caso di dirlo, che si fa sempre più intensa e serrata.

TAGS:
ARTICOLI CORRELATI
info ADV
RUOTE IN RETE