USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Atlantia accetta l’offerta di Cassa Depositi e Prestiti: Autostrade torna in mano pubblica

Autostrade per l'Italia torna nelle mani dello Stato, grazie alla maggioranza degli azionisti di Atlantia con 1.129 voti favorevoli. Il termine ultimo per chiudere l'operazione è la fine dell'anno

Autostrade torna a essere controllata dallo Stato. La svolta è arrivata dopo che l’assemblea degli azionisti di Atlantia ha approvato con 1.129 voti favorevoli, pari all’86,86% del capitale sociale rappresentato, l’offerta vincolante relativa ad Aspi avanzata da Consorzio costituito da CDP Equity S.p.A., The Blackstone Group International Partners e Macquarie European Infrastructure Fund per la cessione dell’intera partecipazione detenuta in Autostrade per l’Italia.

Autostrade passa di mano: ai Benetton 2,4 miliardi

Insomma, si è trattato di un vero e proprio plebiscito, visto che hanno espresso parere contrario solamente 60 azionisti (pari al 12,75% del capitale rappresentato) e si sono astenuti in 12 (0,39%). La dismissione della società verrà formalizzata dal board di Atlantia del 10 giugno e la firma del contratto di vendita entro la fine di giugno. La definizione dell’operazione, attraverso il closing, è attesa entro fine anno e in ogni caso non oltre il 31 marzo 2022. L’operazione porterà nelle casse dei Benetton, tramite la holding Edizione, una cifra di circa 2,4 miliardi di euro. Autostrade torna a essere una società statale a tre anni dal crollo del ponte Morandi e di tutte le conseguenze anche in sede legale che quel tragico fatto ha portato con sé. A esultare pubblicamente per questo cambio di consegne è stato Danilo Toninelli, senatore del Movimento 5 Stelle ed ex ministro delle Infrastrutture che tramite Twitter ha dichiarato: “Capitolo chiuso! I 3 mila km di Autostrade passano sotto il controllo pubblico. Finalmente d’ora in poi sicurezza e qualità del servizio prevarranno sulla smania di profitto. Avremmo preferito la revoca, ma senza il M5s non ci sarebbe neppure questo risultato intermedio“.

Articoli più letti
RUOTE IN RETE