Audi A4, la gamma completa delle motorizzazioni a benzina

La berlina tedesca offre un’ampia offerta di motori a benzina tra cui scegliere. Nonostante le alte cilindrate, i consumi non sono elevati. I prezzi partono da 30.500 euro

Berlina elegante, mostra in maniera chiara gli stilemi della Casa dei quattro anelli. L’Audi A4 è ai vertici della classifica delle auto più vendute in Italia nel segmento D. Gli interni sono realizzati con cura estrema. Agile e precisa, non tende a coricarsi di lato in curva. L’Audi A4, rivale della BMW Serie 3 e della Mercedes Classe C, assorbe bene le asperità della strada. Le sospensioni conciliano al meglio comfort e prestazioni. Ampia la gamma di motorizzazioni, con il meglio della ricerca motoristica della Casa dei quattro anelli. Per quanto riguarda l’alimentazione a benzina, si parte dal 1.8 TFSI da 120 CV per poi passare al 1.8 TFSI da 170 CV.

 

Chi predilige la trazione integrale, può scegliere il 1.8 TFSI quattro da 170 CV. L’offerta è ampliata dal 2.0 TFSI da 224 CV. Anche per questa motorizzazione è disponibile la versione a trazione integrale (il 2.0 TFSI 225 CV quattro, con cambio manuale o S tronic, una trasmissione meccanica sequenziale a doppia frizione con possibile funzionamento automatico a controllo elettronico a sette rapporti). Sia il 1.8 TFSI da 120 CV o 170 CV che il 2.0 TFSI da 224 CV sono disponibili con cambio manuale o multitronic (cambio automatico CVT a variazione continua e  controllo elettronico, con possibile utilizzo sequenziale, a otto rapporti). Salendo di cilindrata, ecco il 3.0 V6 TFSI quattro S tronic, in grado di erogare 272 CV. Ma il top della gamma a benzina è rappresentato dal 3.0 V6 TFSI quattro S tronic, capace di scaricare a terra 333 CV. Questo propulsore equipaggia la S4.

 

Caratteristiche
Si tratta di motori che uniscono i vantaggi dell’iniezione diretta a un turbocompressore, assicurando un’erogazione ottimizzata della potenza richiesta. Su tutte le motorizzazioni dell’Audi A4, di serie il sistema Start&Stop. Nonostante le alte cilindrate, i consumi non sono eccessivi, grazie al dispositivo “valvelift” e a una gestione termica intelligente (che consente al motore di raggiungere la temperatura di esercizio più velocemente). Il calore sprigionato, inoltre, viene incanalato all’interno del veicolo, migliorando il comfort dell’abitacolo. Contenute pure le emissioni.

ARTICOLI CORRELATI