Audi Nanuk Quattro Concept

Audi presenta al Salone di Francoforte ben due diverse concept car ovvero la Sport Quattro e la Nanuk Quattro, quest'ultima svelata a sorpresa e frutto della collaborazione con Giugiaro

Audi Nanuk Quattro a Francoforte 2013
Grande sorpresa nello stand Audi al Salone di Francoforte 2013 dove al fianco dell’annunciata concept car Sport Quattro Concept viene esposto un secondo prototipo ovvero Audi Nanuk Quattro Concept, una sorta di crossover supersportiva nata dalla collaborazione con Giugiaro e che di fatto riprende e sviluppa il concetto introdotto a Ginevra proprio dalla Italdesign Parcour. Così come il prototipo di Giugiaro questa Nanuk possiede caratteristiche intermedie tra un’auto ad alte prestazioni ed una ad assetto rialzato e trazione integrale, capace dunque di emozionare in pista, affrontare con disinvoltura percorsi fuoristrada oltre che a muoversi con assoluta agilitià nelle strade di tutti i giorni grazie alle sue poliedriche capacità.

 

Tra sportiva e crossover
Il design esterno è un mix di linee tese che trasmettono velocità e muscoli che trasmettono robustezza, con il frontale caratterizzato dalla mascherina single frame rivisitata in senso tridimensionale e grandi prese d’aria che richiamano la Audi R8, mentre il posteriore rialzato, le minigonne e il diffusore aggiungono la sensazione di una maggiore altezza da terra tipica dei crossover. Gli interni sono minimal con tutta la strumentazione digitale completamente configurabile e tutti i comandi distribuiti solamente tra volante e console centrale. Specchietti retrovisori e specchietto centrale vengono sostituiti da telecamere e monitor.

 

Motore diesel V10 da 544 CV
La sportività è dichiarata dalla presenza sotto al cofano del potente TDI V10 da 5.0 litri, già presente in casa al Gruppo Volkswagen anche se poco utilizzato di recente, che torna così in una versione capace di ben 544 CV di potenza e 1.000 Nm di coppia massima che spingono questa avveniristica Concept da 0 a 100 km/h in 3,8 secondi fino a toccare una velocità massima di 305 km/h non limitata. I consumi medi dichiarati sono nell’ordine dei 7,8 litri ogni 100 km percorsi. La trasmissione è affidata al cambio S Tronic a sette rapporti, mentre la trazione è integrale come sottolineato dalla presenza del Quattro nel nome.

 

Dimensioni e assetto variabile
La particolare Audi Nanuk Quattro nonostante le diverse componenti e il sistema di trazione Quattro mantiene la propria massa a vuoto sotto i 1.900 kg avvalendosi della struttura leggere Audi Space Frame mentre la carrozzeria ed altre parti sono realizzate in materiale composito di fibra di carbonio. Anche le dimensioni sono da vera sportiva, in particolare l’altezza di soli 1,33 metri, mentre la lunghezza è pari a 4,54m con un passo di 2,71.

 

Sospensioni Adaptive Air
Molto interessante il sistema di sospensioni a doppio triangoli sovrapposti che utilizzano la tecnologia Adaptive Air che permette una variazione sensibile dell’altezza da terra a seconda della necessità. E’ infatti possibile incrementare fino a 50 mm l’altezza da terra per affrontare leggeri percorsi in fuoristrada, mentre l’altezza standard può venire ridotta di 30 mm nella guida ad alta velocità. La gestione dell’altezza può venir affidata al computer di bordo che modifica la regolazione delle sospensioni secondo i dati forniti dal Gps.

 

Sterzo Integral Steering
Ulteriore surplus che va a modificare il comportamento della vettura in base alle condizioni di guida è lo sterzo con Integral Steering, dispositivo che agisce sull’asse posteriore in fase o controfase a seconda della velocità di marcia, ottenendo un effetto simile ad un accorciamento di 100 cm del passo ruota a basse velocità e un incremento di questo di 140 cm ad alte velocità.

ARTICOLI CORRELATI