Benzina da record: in autostrada costa oltre i 2 euro al litro

I dati sul costo di benzina e diesel sono stati diffusi dall'Osservatorio carburanti del Mise. La situazione migliora analizzando i valori medi in modalità self, ma i costi restano tra i più alti d'Europa

Ormai è una vecchia (e triste) abitudine tutta italiana: quando arrivano i ponti per le festività ecco scattare gli aumenti sul costo del carburante. Avete atteso tanto questi giorni di vacanza, siete pronti per partire, la macchina o la moto sono caricate, l’itinerario fatto, i documenti al loro posto… Manca solo il rifornimento. E qui avrete la prima – e speriamo unica – brutta sorpresa: facendo carburante in autostrada trovare tariffe da record, col costo della benzina che supererà i due euro al litro.

Benzina mia, quanto mi costi!

I dati sono stati diffusi dall’Osservatorio carburanti del Mise al quale vengono comunicati vari valori in tempo reale e il quando che emerge è davvero preoccupante per le tasche dei viaggiatori: un litro di benzina a Montepulciano Est costa 2,07; 2,051 euro al litro ad Arno ovest; 2,01 euro a Casilina Est; 2,071 a San Pietro; 2,020 San Zenone est (Milano). Secondo gli analisti, sui rincari pesano i previsti aumenti del petrolio sui mercati internazionali fatti dalle varie compagnie. Le quotazioni del greggio si mantengono vicino ai massimi da sei mesi a questa parte, a 66,36 dollari al barile. Una piccola consolazione, però, arriva dando un’occhiata al prezzo medio nazionale praticato in modalità self della benzina è pari a 1,618 euro al litro, mentre per il diesel ci si attesta a 1,508 euro al litro. Quanto al servito, il prezzo medio praticato per la benzina è di 1,750 euro al litro e 1,643 euro al litro per il diesel

Caro benzina: la denuncia del Codacons

Sulla vicenda è intervenuto anche il Codancos che ha denunciato apertamente queste incresciosa situazione: “Un pieno di gasolio costa oggi circa 5,5 euro in più rispetto ad aprile 2018 e il rincaro alla pompa raggiunge quota +7% su base annua. Sono aumenti che rendono sempre più salati i ponti del 25 aprile e dell’1 maggio“. Sulla stessa lunghezza d’onda anche l’Aduc: “Durante il primo Consiglio dei Ministri, il vicepremier Matteo Salvini aveva promesso la cancellazione di sette accise sulla benzina ma il suo impegno è venuto meno. Anzi, la situazione è peggiorata“.

ARTICOLI CORRELATI
info ADV
RUOTE IN RETE