BMW i3 prova su strada ad Amsterdam

La compatta elettrica BMW i3 è la sua prima auto completamente elettrica della casa tedesca. Pensata per l’uso cittadino. Già ordinabile presso la rete ufficiale Bmw i prezzi partono da 36.499 euro. Infomotori l’ha provata sulle strade di Amsterdam

La compatta elettrica BMW i3 è la sua prima auto completamente elettrica della casa tedesca. Pensata per l’uso cittadino, BMW i3 monta un potente motore elettrico che la rende agile alla guida nel traffico cittadino con un angolo di sterzo particolarmente ridotto. Già ordinabile presso la rete ufficiale Bmw ha un listino prezzi che parte da 36.499 euro per la versione 100% a batteria e di 41.137 euro per quella con il range extender a benzina. Noi di Infomotori l’abbiamo provata sulle strade di Amsterdam.  

La prova su strada della Bmw i3
Il primissimo contatto visivo con la Bmw i3 è notevole, sembra quasi un prototipo tanto sono futuristiche le sue linee; ci accostiamo ed aprendo la portiera anteriore questa sensazione viene sottolineata dagli interni e dalla plancia e dall’enorme display della navigazione. Ma, come è normale che sia, la sorpresa più grande c’è nel momento di “mettere in moto”..definizione questa un po’ inappropriata considerando che trattasi di una autovettura al 100% elettrica e quindi senza alcun rumore al quale tutti noi siamo abituati quando giriamo la chiave della nostra auto.

Ad ogni modo, spingiamo il tasto start, si accendono varie luci sul cruscotto e non senza qualche remora inserisco la D del cambio e partiamo. E qui iniziano le sorprese in quanto la i3 si muove con disinvoltura e con delle prestazioni notevoli anche in senso assoluto: ci riferiamo alla forte accelerazione di cui è capace, degna di una sportiva (complice la curva piatta tipica del motore elettrico); lo start and stop tipico dei grossi centri urbani diventa pertanto quasi divertente e vedrete come tutti rimarranno a bocca aperta (e dietro di voi..).

Le prestazioni e la tenuta di strada sono state una autentica sorpresa: la tenuta di strada è notevole e l’auto, sebbene un po’ rigida, tiene la strada perfettamente. Mentre lo spazio interno è ottimo cosi come il bagagliaio.

Il resto dell’auto (carburante a parte intendo) si usa come un’auto tradizionale sotto tutti i punti di vista, stereo, sedili elettrici, climatizzazione, freno a mano tutto come su un’auto a benzina.

Per quanto riguarda l’autonomia, ci hanno consegnato l’auto completamente carica e l’indicatore segnava all’incirca 120 km ma già dopo pochi km siamo scesi intorno ai 107/108 km. Adottando però una guida più economica, eliminando il riscaldamento dell’abitacolo (attivando magari i sedili elettrici) e qualsiasi altra dispersione di energia l’autonomia scende in modo più graduale; è solo in questo frangente che si evidenzia la differenza con un auto  tradizionale..

Alla fine del test consegno (come la gran parte dei miei colleghi) l’auto in aereoporto con soli 2/3 km di autonomia residua.

Gli interni della BMW i3 sono ben rifiniti e hanno uno stile moderno: minimalista, raffinato e con materiali che rispecchiano la vocazione ecologica della vettura. Dietro il volante, uno schermo di 6,7” fornisce le indicazioni fondamentali, tra le quali velocità e autonomia residua. Il display da 6,5” al centro della plancia, invece, visualizza le informazioni della radio; per 1.018 euro si ottiene anche il navigatore, e per 2.067 quello chiamato Professional, con schermo di 10,3” e hard disk (anche per i file muscali) di 20 GB; quest’ultimo navigatore sarà fornito gratis per le vetture prodotte entro il mese di febbraio del 2014.

La plancia, sottile e poco ingombrante, è ricoperta da una fascia di colore argento, e si abbina ai sedili in stoffa e ai pannelli in fibre naturali pressate (derivano dalla pianta di ibisco, detta kenaf); a richiesta, gli interni denominati Lodge e Suite (da 2.067 a 3.065 euro), che abbinano la pelle per i sedili (conciata senza l’utilizzo di prodotti chimici) e gli scenografici pannelli in legno (eucalipto) a pori aperti nella parte superiore della plancia.

Il posto guida è adatto anche agli spilungoni, mentre i grandi vetri danno una notevole sensazione di ariosità e una visibilità apprezzabile. Abbastanza comoda la grossa leva sulla destra del piantone dello sterzo, per scegliere tra marcia avanti e “retro” e che alloggia il pulsante che “avvia” il motore.

Il motore e l’autonomia di Bmw i3

L’autonomia è di 130-160 km che può arrivare fino a 300 km con un range extender costituito da un bicilindrico di 650 cc, lo stesso dello scooter C 650 GT fornito dalla Kymco, ma depotenziato da 60 cv a 34 cv e alimentato da un serbatoio di 9 litri posizionato nella parte anteriore della vettura.

Viceversa, il range extender è alloggiato posteriormente sotto il piano di carico,  accanto al motore elettrico sincrono sormontato dall’elettronica di potenza. Entrambi sono anch’essi  progettati da BMW, in particolare il propulsore che pesa solo 50 kg, eroga 125 kW (170 cv) e 250 Nm di coppia sin dallo spunto, è raffreddato a liquido ed è capace di raggiungere 11.400 giri/min.

ARTICOLI CORRELATI